Psg, scoppia di nuovo la faida Cavani-Nemar: l’uruguagio in ritardo dopo le ferie, Ney ne approfitta

Due giorni di vacanze in più per Cavani, il brasiliano spinge per prendersi lo spogliatoio e l’attenzione mediatica di tutto il mondo Psg.

Psg, scoppia di nuovo la faida Cavani-Nemar: l’uruguagio in ritardo dopo le ferie, Ney ne approfitta

Cos’è successo

Una questione di piccoli o grandi errori, di equilibri interni ed esterni. A Parigi, però, ci si spacca: da una parte Cavani dall’altra Neymar. Dopo la pace armata d’autunno, in seguito alla prima battaglia su rigori e punizioni, ecco scoppiare di nuovo la faida tra le due superstar a disposizione di Emery. Il “problema”, questa volta, è stato causato da Cavani. Che è tornato in ritardo dalle ferie, senza giustificare in maniera convincente il suo comportamento. Due giorni in più che non tutti hanno gradito. Figurarsi il principino brasiliano, alle prese con il tentativo di “prendersi” lo spogliatoio del Psg delegittimando l’ex centravanti del Napoli.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, Neymar ha approfittato del ritardo di Cavani per «rinforzare l’alleanza con il clan dei francesi, tramite Mbappé con cui ha dato spettacolo domenica in coppa di Francia». Oggi, invece, L’Equipe mette in home page una dichiarazione di Thiago Silva – uno dei capitani della squadra – che ammonisce Cavani e Pastore, i due ritardatari: «Il loro atteggiamento non va bene per il gruppo e per il club».

Rapporti

Questione di equilibri, dicevamo. Sì, perché Cavani è uno dei prediletti degli sceicchi, della dirigenza, quindi il suo ritardo ha causato un certo imbarazzo nel rapporto con gli altri big dello spogliatoio. Nessuna posizione o punizione ufficiale, e anche questo non ha fatto molto piacere al clan capeggiato da Neymar. Che, dall’alto della sua importanza – tecnica e mediatica – sogna di prendersi tutto il Psg, quindi di esautorare il suo unico rivale. Non a caso, come riporta sempre la Gazzetta, l’entourage del brasiliano «ha invitato i vertici di un paio di quotidiani francesi in Brasile, alla scoperta delle radici del fenomeno Ney». Insomma, è guerra aperta ma intestina. E guarda direttamente al mercato di giugno, con Cavani presumibilmente in uscita.

 

ilnapolista © riproduzione riservata