Ziliani sul Fatto: «Perché i media italiani ignorano (o schifano) il Napoli di Sarri?»

«Tutta l’Europa guarda con ammirazione l’unica cosa riuscita del calcio italiano negli ultimi anni, i media italiani scrivono di mal di trasferta e idolatrano Dybala»

Ziliani sul Fatto: «Perché i media italiani ignorano (o schifano) il Napoli di Sarri?»

Il mal di trasferta

Il punto di partenza, diciamo lo spunto, per un articolo di Paolo Ziliani (sul Fatto quotidiano) è l’errore macroscopico della Gazzetta dello Sport che sabato scorso, alla vigilia di Roma-Napoli, inopinatamente scrisse di mal di trasferta della squadra allenata da Sarri. Ziliani parte da lì per un discorso più ampio, che coinvolge l’intero sistema dei media.

Ha facile gioco nel ricordare le otto vittorie consecutive in trasferta del Napoli, tra questa e la passata stagione. Ma, ripetiamo, quello è un pretesto. Uno dei tanti indizi che conducono inevitabilmente a un discorso più generale. E cioè: perché i media italiani fanno a gara a nascondere il miracolo sportivo del Napoli?

Tutto il mondo guarda con ammirazione il Napoli, tranne l’Italia

La domanda è il leit-motiv dell’articolo di Ziliani. “Tutto il mondo – scrive Ziliani – guarda con ammirazione al Napoli, essendo Sarri una specie di reincarnazione di Sacchi 30 anni dopo”. Lo stesso Guardiola “che col Barcellona di Messi, Xavi e Iniesta inventò il tiqui-taca, ha appena detto che il Napoli gioca il miglior calcio d’Europa e che vedendo i filmati delle sue partite resta sbalordito”. Da noi, invece, mal di trasferta. Che, scrive, equivale a dire che Alberto Tomba aveva il “mal di Olimpiadi” (vinse 5 medaglie).

Il Napoli di Sarri è l’unica cosa riuscita del calcio italiano degli ultimi, tristissimi anni, Sarri sembra Gulliver nel paese dei lilliupuziani eppure le nostre tv e i nostri giornali li snobbano, per non dire li schifano. Nei 30 nominati per il Pallone d’Oro, 36 anni dopo l’ultima nomination di un napoletano (Krol) c’è Mertens, ma persino il Corriere dello Sport, quotidiano sportivo del Centro-Sud, titola in prima: “Tra i 30 c’è Dybala!”

E conclude: “dovremmo essere orgogliosi del Napoli, di Sarri e della sua straordinaria, stupefacente invenzione. Dovremmo avere voglia di vedere tanti Napoli nel nostro campionato. Invece ci sputiamo su. Ci meritiamo il peggio”.

Napolista ilnapolista © riproduzione riservata
  • Antonella Capaldo

    aggiungo la DS, settimanale di informazione sportiva della TV di Stato che paghiamo tutti noi anche al Sud, dove il solo Cucchi tenta ogni tanto timidamente di dire qualcosa a favore del Napoli, dove ieri sera anche Malagò anziché soffermarsi sui meriti del Napoli preferì glissare parlando di possibili infortuni a venire, di tenuta fisica e di….fortuna dopo aver assistito alla partita dell’inter dove la fortuna ha giocato un ruolo determinante, quindi che ci vogliamo aspettare? ma meglio così meglio fare invidia che pena!

    • Nunziocity

      Ci hanno sempre invidiati, lingua, teatro, scaltrezza, furbizia, clima, mare, isole, Vesuvio, giovialità della gente napoletana, gastronomia, canzone, attori, cantanti, intelligenza bellezza logistica e geografica; mettiti nei loro panni va??!!!

      • onofrio marino

        anche la cittadinanza

    • Nunziocity

      Malagò, ora si spiega e mica tanto che piangeva per le mancate Olimpiadi di Roma. Cara, dai fondo alla …pasta.

  • Dario

    e dic’ e no!

  • Raffaele Grillo

    Perché in Italia, anche tantissimi napoletani, sono quasi tutti Juventini. Compreso la mia famiglia. Sigh sigh !

    • Antonio Baiano

      Quali sono le ragioni che li spingono a tifare Juve?

      • onofrio marino

        Perché non hanno sangue nelle vene ma acqua. Piace vincere facile e quando non vincono si nascondono come le zo……..le

    • Nunziocity

      A mia no. “J che mazz song napulitan” leggilo, sulle sciarpe allo Stadio.

  • Rosario

    A me sorprende la sua sorpresa….

    Diró di piú, se a fine campionato per un incredibile caso del destino siamo lí a giocarcela con la inguardabile Inter di Culletti e non con la Rube, il sistema non ci penserá un secondo a schierarsi dalla parte degli strisciati.

  • Franco Sisto

    Va bene così, ora hanno iniziato con l’Inter (Sconcerti: “nessuno può dire che il Napoli è più forte Dell’inter’)
    Ben venga che ci ignorino, meno occhi addosso abbiano e meglio è

    • Rosario

      l’ha detto veramente??? un grande… probabilmente non li ha mai visti giocare. E ribadirei questo concetto anche se dovessimo perdere il prossimo sabato

  • Roberto Liberale

    Giocare bene è più facile che vincere, prove di maturità a go go, panchina corta, deboli in difesa, troppi gol subiti, non conoscono la differenza tra il circo e il calcio, se Sarri fa il turnover non va bene, se non lo fa li sfianca e crede solo ai titolarissimi, Insigne giocatore incompleto, Reina punto debole, manca il top player, non sa gestire il vantaggio, sa solo correre, mal di piccole, mal di trasferta, mal di scontri diretti, mal di pancia a turno di tutti i giocatori, a turno vogliono tutti andare via, vogliono vincere e quindi andranno via sicuramente, parlano troppo, non parlano e non va bene, che altro ho dimenticato?
    C’è n’è, c’è n’è ancora…

    • Antonella Capaldo

      hai dimenticato adl…..c’entra sempre

    • Dario

      Sarri che non ha mentalità; che si lamenta sempre (se lo fanno giocare su un campo di patate); cercano l’alibi del fatturato; manca il terzino destro; sono provinciali perchè festeggiano ogni vittoria; se cala d’intensità…; se non cala…prima o poi dovrà calare; i tiri degli avversari terminano sempre “non distante dalla porta”, anche se il pallone finisce fuori dallo stadio; ad ogni pirito a strisce esce un dybalissimo, mentre se qualcuno apprezza il circo lo pistocchiano…

      • Luigi

        pistocchiano è fantastico…

      • Francesco Sisto

        “Con l’arrivo i campi pesanti crollera`, “

    • Antonio Chiacchio

      hai voglia……

  • artemisia

    ma se anche le tv di napoli ospitano “opinionisti” che non fanno altro che parlar male del napoli e del suo presidente cosa ci possiamo aspettare dal corriere della sera di sconcerti e dalla DS di tardelli (presenterà il festival della canzone napoletana?).

    • onofrio marino

      Hai detto bene e poi sto continuo paragone con Sacchi. Sarri è meglio perché sta facendo cose straordinarie senza i ricercati topo player ma con l’organizzazione e il collettivo.Il Napoli è un’orchestra anche quando perde con lo Shaktar se solo penso alle occasioni sciupate. Con quel Berlusconi alle spalle anche Zeman avrebbe vinto

  • Angelo Chiacchio

    La rube sta facendo marketing per quella mezza cartuccia di Dybala,e siccome la Fiat paga fior di soldoni in pubblicità(e/o mazzette sottobanco…spero di no)ecco spiegato tutto il can can mediatico.

  • Gianni Esposito

    basta fare due conti: sulle tv a pagamento quanti sono gli abbonati di juve, inter, milan? e che succede se le loro amate squadre fanno schifo? semplice: calo degli abbonamenti! e i lettori di gazzetta e tuttosport ( tra i quali ci sono, ahimè, anche molti meridionali) che succede se le loro amate squadre fanno schifo? idem come sopra: calo dei lettori!!! e ti credo che sono terrorizzati dalla sola idea di un Napoli vincente!!!

  • Antonella Capaldo

    guarda che qua nessuno sta chiagnenno, anzi, però infastidiscono certi commenti, o meglio certe gufate, cioè io non posso sentire il presidente del CONI, quindi uno che dovrebbe stare dalla parte dello sport, augurarsi l’infortunio dei calciatori rivali della sua squadra del cuore, xchè alla fine di questo si tratta e non è professionale…..

    • onofrio marino

      Al di sopra delle parti e dalla parte dello sport. Questa si che è utopia

  • drnice

    non posso dire che la cosa mi lascia indifferente perchè, per me, non è così. però visto che la cosa mi fa incavolare parecchio spero di poterla tradurre in positività. ci temono e se non parlano di noi è per paura. paura di confrontarsi.

  • Luigi

    Comunque a titolo di cronaca, ho cercato di commentare (assicuro senza scadere in alcun turpiloquio) il famoso articolo “sul mal di trasferta” della rosea per ben due volte (vincendo invero un fastidio interiore causatomi dalla registrazione alla stessa gazzetta come utente)…
    chi indovina se i miei commenti sono stati pubblicati?

    • Nunziocity

      Tale e quale a Bloooog Repubblica uguale uguale, li vige lo strisciato rosso, azzurro, bianco….tinte unite no?

  • robberto

    sapete quando chiedo di Napoli all’estero quali reazioni ho? da un parte gli stranieri che non sono mai entrati in contatto coi padani, e che si dicono tutti interessati ad andare a Napoli. dall’altra parte, quelli che invece ci sono entrati, in contatto, e che hanno tutti paura di andarci perché gli hanno detto che a Napoli poi ti sparano. il nostro problema è, e continua a essere, quest’italia di cui molti di voi vanno chissà perché orgogliosi. io sono per l’indipendenza del Sud da un bel po’ di tempo. ma purtroppo dobbiamo scontare decenni di sudditanza mediatica e scolare

  • Giulio Valerio Maggioriano

    Ziliani é anche bello che andato.
    In Italia si versano fiumi di parole sul calcio, tonnellate di cazzate nella maggior parte dei casi. Per le squadre più importanti è così da prima si internet…succede anche al Napoli perché in questi anni è una big nazionale.
    Semplice, senza scomodare unicorni e senza trasudare bile come la penna di Ziliani.

  • Josef K.

    Secondo me, noi facciamo un po’ di confusione, ovvero confondiamo i giornali sportivi che in Italia non esistono, con i bollettini per tifosi. I bollettini, rosa o bianchi che siano, dipendono da i tifosi che comprano il quotidiano, allora bisogna chiedersi quanti sono e per quali team parteggiano i tifosi compratori. Ovviamente per numero primeggiano gli juventini, poi gli interisti e i milanisti e via, via gli altri. I tifosi del Napoli si rivolgono altrove, storicamente, non comprano quei giornali, avevamo i nostri: Lo Sport e Sport Sud. E’ una questione economica, loro non si interessano di noi, e neanche noi di loro. Personalmente, non mi sento orbato da ciò,
    Certo di giornali sportivi e veri giornalisti sportivi, se ne sente la mancanza; mala tempora currunt, tutto è ridotto a gossip, a illazioni improbabili. Ci tengono fuori da questo? Meglio, molto meglio per noi

  • Antonio Chiacchio

    signori… trattasi di sputtanapoli….. vale per il calcio e per ogni attività campana-napoletana….. questa è la realtà.