Il Benevento ai play-off col tifo contagioso del “Vigorito”

L’entusiasmo per il gol all’ultimo istante di Ceravolo contagia persino i commentatori di Sky. Il Benevento va a giocarsi la Serie A: impensabile a inizio stagione

Il Benevento ai play-off col tifo contagioso del “Vigorito”

L’entusiasmo dei commentatori di Sky

La magica stagione del Benevento è tutta racchiusa nel commento di Marco Nosotti al termine della vittoriosa gara di sabato scorso: “Ora il Frosinone questi assatanati del Benevento se li ritrova nei play off. Ed è bello, molto romantico che ciò accada”. Persino il telecronista di Sky Antonio Nucera, solitamente molto compassato, a un certo punto si è lasciato contagiare dall’entusiasmo del Ciro Vigorito: “Si gioca in una bolgia assordante. Tutto lo stadio sta saltando. Vi garantisco che c’è un clima da stadio sudamericano in questo momento”.

Il gol all’ultimo istante

Insomma, la città delle Streghe continua a sognare ad occhi aperti grazie alla prodezza della “belva” Fabio Ceravolo. L’aveva detto alla vigilia: “Sarà una battaglia: noi l’affronteremo con l’elmo e lo scudo che anche nelle avversità ci consentono di avere la meglio sull’avversario”. E così è stato. La battaglia si è protratta oltre il novantesimo, sino all’ultimo secondo utile. Ceravolo, che negli ultimi minuti era apparso del tutto privo di energie e quasi paralizzato dai crampi, si è improvvisamente avventato sullo spiovente di Viola con la stessa determinazione del guerriero sannita da lui evocato alla vigilia e orgogliosamente esposto dai tifosi della Curva Sud proprio alle spalle della porta difesa da Bardi.

Resta la gara col Pisa

Il colpo di testa del bomber di Locri rimarrà scolpito per sempre nella memoria calcistica dei beneventani, che ormai già pregustano l’accesso agli spareggi per la promozione nella massima serie. A separare il Benevento da quello che all’inizio della stagione sembrava un traguardo irraggiungibile mancano, infatti, solo i 90 minuti della trasferta di Pisa, dove giovedì i giallorossi affronteranno una squadra che, nonostante sia già matematicamente retrocessa, continua ad impersonare lo spirito combattente del suo allenatore Gattuso. Una gara da non sottovalutare, dunque, ma assolutamente alla portata degli uomini di mister Baroni che, dopo aver siglato da calciatore la storica rete che regalò il secondo scudetto al Napoli, aspira ora ad entrare per la seconda volta nella storia calcistica della Campania nella veste di allenatore del Benevento.

I play off

La città delle streghe si appresta, dunque, a vivere con trepidazione la lotteria dei play off che, ai tempi della Serie C, era vista come una sorta di incubo da evitare a tutti i costi mentre ora può rappresentare l’anticamera del paradiso. Insomma, la bella favola del Benevento continua e a questo punto nessun sogno è precluso, anche perché, come scrisse l’indimenticabile Osvaldo Soriano, il calcio in fin dei conti è fantasia, un cartone animato per adulti. E i tifosi sanniti questo cartone animato vogliono gustarselo sino in fondo.

ilnapolista © riproduzione riservata