Caro Walter
dammi un’altra gioia

Lo rifaccio ed è la terza volta e voi sapete com’è andata dopo Cagliari e Genova sponda rossoblù. E quindi per scaramanzia lo rifaccio. Caro Mazzarri, sfata anche il tabù Milano. E’ una vita che non vinciamo, da quello 0-2 del 1994 (autorete di Jonk e Cruz). Non ce la faccio più a sentire Sky che magnifica Leonardo, che conta i ciuffi d’erba di Appiano Gentile, che intervista anche gli avventori del centro tecnico interista, che misura la passione dei tifosi nerazzurri. Ieri una giornalista dell’emittente di Murdoch in collegamento con lo studio ha detto: “Beh, se misuriamo la passione dei tifosi interisti allora la partita con il Napoli è già vinta”. Un paragone ardito che ha fatto scattare le mie mani verso il basso. Non se ne può più cari amici. Leonardo può risultare anche simpatico, ma a me l’Inter mi sta proprio antipatica e in questo concordo con l’amico Max: questi nerazzurri hanno proprio stufato e poi dove sta scritto che debbano vincere sempre loro? Vorrei rivedere la faccia di Leonardo dopo il 2-2 del San Paolo (vi assicuro che aveva perso tutto il suo aplomb). Vorrei rivedere la faccia sfigata di Moratti quando la sua squadra non vinceva un tubo in Italia e in Europa. E soprattutto vorrei vedere il Napoli vincere a San Siro. Cosa pagherei. E’ da troppo tempo che non vinciamo. E’ ora di battere l’Inter. Lassù qualcuno forse ci ama o almeno ci ha amato fino a questo momento.
Paolo Carafa

ilnapolista © riproduzione riservata