L’Italia pareggia 1-1, sul gol lo zampino di Quaglia

L’Italia pareggia 1-1 contro la Romania nell’amichevole di Klagenfurt. Gli azzurri di Prandelli, in svantaggio nel primo tempo dopo il gol di Marica, trovano il pareggio nella ripresa con una deviazione nella propria porta dello stesso Marica dopo un colpo di testa di Quagliarella. Infortuni per l’interista Chivu e per il romanista De Rossi. Buu razzisti contro Balotelli.
ROMANIA IN VANTAGGIO – Partenza contratta per Italia ‘sperimentale’ di Cesare Prandelli. I tanti volti nuovi in campo, da Ledesma a Balzaretti a Diamanti, faticano a trovare la giusta intesa. Balotelli in attacco è il più incisivo, ma Giuseppe Rossi (capitano per l’occasione) ci mette parecchio ad entrare in partita. Ne approfitta la Romania che cerca di sorprendere gli azzurri in velocità ed è spesso pericolosa. I romeni perdono Chivu per infortunio (Per lui probabili due settimane di stop) dopo 15′ e al suo posto entra Goian. L’Italia prova a scuotersi, ma soffre la velocità della squadra di Lucescu. Al 35′ arriva, così, il gol del vantaggio della Romania firmato da Marica che batte Viviano da pochi passi. Gli azzurri provano a reagire, e Balotelli riesce ad andare al tiro, ma il risultato resta invariato.
I CAMBI – Prandelli decide di dare maggiore esperienza alla sua Italia e, nella ripresa, ci sono De Rossi, Pirlo e Gilardino al posto di Ledesma, Diamanti e Rossi. Gli azzurri trovano subito il gol con Gilardino, ma l’azione è viziata dal fuorigioco. L’Italia ci mette un po’ più di intensità, ma non basta, e il Ct sceglie di inserire anche Quagliarella al posto di Balotelli. Gli azzurri guadagnano metri restando, però, poco incisivi in zona-gol. Alla mezz’ora è il turno dell’Italia nel pagare lo scotto degli infortuni: a farne le spese è De Rossi, costretto a lasciare il campo. Al suo posto Pazzini.
IL PAREGGIO – Gli uomini di Prandelli hanno, comunque, il merito di non mollare, e vengono premiati al 36′ con il gol dell’1-1 che arriva con una deviazione di Marica nella propria parte dopo un colpo di testa di Quagliarella.
Corrieredellosport.it

ilnapolista © riproduzione riservata