Nessuna tragedia ma il Napoli deve capire che c’è ancora da crescere

Sarebbe ridicolo sia fare processi sia sminuire la pessima prestazione. Bisogna imparare a essere concentrati in più partite possibile. Anche (e non solo) in vista dell’Arsenal

Nessuna tragedia ma il Napoli deve capire che c’è ancora da crescere

Cronaca e commento non possono che essere impietosi

Fare processi sarebbe ridicolo. Sminuire la pessima prestazione del Napoli sarebbe altrettanto ridicolo. La sintesi è tutta qua. Va registrata la cronaca della partita. Cronaca e commento che non possono essere che impietosi. Il Napoli ha meritatamente perso 2-1 in casa dell’Empoli.

Facciamo nostre le parole di Ancelotti: «Sconfitta meritata, c’è poco da dire. Le sconfitte non sono mai fisiologiche». È tutto qui.

Francamente non possiamo abbracciare l’ipotesi della squadra senza stimoli. Perché sì, è vero che il Napoli è in Champions, non solo: è quasi secondo in classifica (anche se l’Inter è sempre lì). Ma, soprattutto, le partite vanno giocate. E bisogna allenarsi mentalmente a centrare sempre l’obiettivo. Non diciamo a giocare sempre bene. Nemmeno il Real e il Barcellona riescono a farlo. Però ci saremmo aspettati un pareggio o una vittoria con la forza della squadra più forte. Diciamo anche immeritatamente.

Torniamo al discorso fatto due giorni fa dopo il 4-1 alla Roma: il Napoli deve crescere dal punto di vista mentale. Deve farlo, al di là del risultato. Deve farlo, perché nella vita c’è sempre da imparare e da migliorare. Nessuno è arrivato, tantomeno il Napoli. Ancelotti ha parlato di tiratina d’orecchi. Sa lui, ovviamente, cosa dire in pubblico e cosa in privato.

Giudicare la prestazione è francamente inutile. Basta dire che il migliore è stato Meret con due parate decisive (una è stata meravigliosa). E uno dei peggiori è stato Koulibaly che stasera era inguardabile.

Le sconfitte, come ha detto Ancelotti, non sono mai fisiologiche. Né tanto meno salutari. Però possono fotografare lo stato dell’arte. Ovviamente nulla cambia per quel che riguarda il giudizio della stagione. Però sicuramente è un aspetto da approfondire e migliorare il prossimo anno. Il Napoli deve imparare ad alzare il livello medio mentale delle proprie prestazioni. Può sembrare una sciocchezza, ma battere l’Empoli sarebbe stato importante in chiave Arsenal. Perché a vincere, come a far gol, ci si abitua. E questo Napoli non è ancora abituato.

ilnapolista © riproduzione riservata