Signora Wanda Nara, le spieghiamo il capitano Hamsik

Un tweet della signora Icardi. Il Napoli non è una nave in difficoltà. E ci sono anche capitani che destabilizzano i club ogni sessione di mercato

Signora Wanda Nara, le spieghiamo il capitano Hamsik

Quale nave in difficoltà

Cara Wanda Nara, la mia stima per la sua capacità di gestire il calciatore Icardi è enorme, ma c’è nelle sue parole a proposito di capitani, una sottile inesattezza che ora provo a spiegarle. .

Hamsik non ha abbandonato la nave in difficoltà, anzi era il capitano della seconda forza del torneo – ormai da anni – ad un distacco lauto ma accettabile dalla prima, e con un abisso di vantaggio sulla terza e sulla quinta. Quindi, di quale difficoltà parla?

In dodici anni ha rifiutato offerte da top team europei, tra cui il Milan (non questo di oggi) e la Juventus e persino l’Inter, e ha sempre rifiutato consapevole che a Napoli non avrebbe mai guadagnato certe cifre. Non ha mai piantato grane ogni semestre, ogni mese per aver un ingaggio ritoccato nemmeno quando in Europa, nel suo ruolo, ce ne erano due al massimo tre capaci di stargli al passo. Hamsik ha dato al Napoli tutto quello che poteva dare, gli anni migliori della sua carriera, il record di presenze, record di goal pur essendo un centrocampista. E ha vinto tre trofei. Coppette da niente mi dirà, ma erano coppette che non si vedevano da queste parti da vent’anni. E che, tra parentesi, suo marito non ha ancora vinto. Ha giocato con regolarità in Europa, in Champions League e ha vissuto gli anni incredibili di una cavalcata epica di una società risorta dalle ceneri.

Ci sono capitano che destabilizzano

Icardi invece? Lei parla di tempi migliori, ma per lo smisurato talento che possiede ha giocato solo sei partite in Champions ,non ha mai giocato per un trofeo, non ha mai rischiato di vincere uno scudetto battendo il record di punti in Serie A. Questo gli fa sicuramente onore, giocare con la fascia al braccio in una squadra che non riesce a tenere il passo delle sue ambizioni, ma questo non può in alcun modo rappresentare un metro di paragone con un campione che a fine carriera fa una scelta di vita dopo che ha lasciato fino all’ultimo il suo sudore sulla casacca azzurra.

Ci sono capitani e capitani, quelli che abbandonano la barca ma anche quelli che l’affondano destabilizzando ad ogni sessione di mercato l’ambiente. Facendo alzare la voce agli agenti e che partono ogni anno con l’intento di trascinare la squadra ma restano inevitabilmente inghiottiti dalla mediocrità che li circonda. Cara Wanda, siamo sicuri che sia il Napoli in difficoltà? E non sia la percezione di Maurito di non vincere niente anche quest’anno? Di far parte ancora una volta di una squadra che parte per rinascere e si trova sempre all’ultima giornata a spingere per un posto nell’Europa che conta? Marek ha lasciato Napoli avendogli lasciato tanto, trofei, amore e record, se Icardi lasciasse i nerazzurri cosa gli lascerebbe? Il conto salto di rinnovi ritoccati?

p.s. Abbiamo cercato il tweet sul suo profilo, non lo abbiamo trovato. Evidentemente lo ha cancellato, lei è troppo intelligente per un tweet del genere.

ilnapolista © riproduzione riservata