Guardian: Mertens, Koulibaly e Insigne tra i migliori 60 calciatori al mondo

La prestigiosa testata inglese pesca nella rosa di Ancelotti: Mertens al 46esimo posto, Koulibaly 56esimo e Insigne 58esimo.

Guardian: Mertens, Koulibaly e Insigne tra i migliori 60 calciatori al mondo

Le classifiche di fine anno

L’abbiamo preannunciato questa mattina, scrivendo di FourFourTwo, della sua classifica dei migliori giocatori dell’anno solare 2018. Ora tocca anche al Guardian, che pesca in casa Napoli per la sua “The 100 best male footballers in the world 2018“. Tre giocatori di Ancelotti nei primi 60, davanti a Buffon, Bonucci, Bernardo Silva, James Rodriguez. In ordine crescente di posizione, il primo è Lorenzo Insigne, al 58esimo posto secondo gli esperti della prestigiosa testata inglese. Questo il testo di Paolo Bandini che spiega la posizione in classifica dell’attaccante azzurro:

Di tutte le modifiche tattiche fatte da Carlo Ancelotti finora a Napoli, la decisione di spostare Insigne nel centro del suo attacco sembra la più ispirata. Già determinante con le sue giocate dalla parte sinistra del campo, il 27enne talento napoletano è diventato più prolifico ora che sta giocando vicino alla porta, e ha battuto i portieri del Liverpool e del Paris Saint-Germain durante la fase a gironi della Champions League . Rispetto all’anno scorso è calato di 14 posizioni in questa classifica, ma è un down dovuto all’assenza dell’Italia nel Mondiale in Russia. Nel frattempo, Insigne ha già iniziato a ricoprire un ruolo fondamentale per il nuovo tecnico della Nazionale Roberto Mancini.

Koulibaly

Poco più su, alla posizione numero 56, ecco Kalidou Koulibaly. Il suo testo in allegato è scritto da Paul Doyle:

Quando Kylian Mbappé è scattato verso a porta durante Napoli-Psg, deve aver pensato che non avrebbe avuto problemi ad affrontare Ospina uno contro uno. Invece Koulibaly ha tenuto il suo passo prima di togliergli la palla con un tackle perfetto. È stato un momento significativo: uno dei migliori attaccanti del pianeta fermato da uno dei migliori difensori del pianeta. “Del resto, superare il centrale del Senegal internazionale è davvero una prodezza di cui vantarsi, perché è un colosso. Ma è anche un ordinatissimo costruttore di gioco dalle retrovie e una costante minaccia dai calci piazzati.

Mertens

Infine, Dries Mertens. L’attaccante belga è al 46esimo posto di questa graduatoria, prima di calciatori come Reus, Benzema, Busquets, anche dell’ex azzurro Jorginho (52esimo). Scrive ancora Paolo Bandini:

A prima vista, potrebbe sembrare che il cambio di allenatore al Napoli abbia causato dei danni a Dries Mertens. Con Ancelotti al posto di Sarri, il belga non è più titolare fisso, non ha il posto garantito e si alterna con Arek Milik al centro dell’attacco. Tuttavia, il suo rapporto minuti/gol è considerevolmente migliore rispetto alla scorsa stagione, e le opportunità di riposare potrebbero essere un vantaggio a fine stagione. Non a caso, Mertens è stato poco prolifico ai Mondiali, un solo gol segnato – seppure spettacolare, contro Panama – in sei partite giocate.

ilnapolista © riproduzione riservata