Ancelotti: «Liverpool non è uno spartiacque, ma passare è nelle nostre corde»

Le parole di Ancelotti in conferenza stampa: «Se saremo intelligenti, avremo ottime possibilità di passare il turno».

Ancelotti: «Liverpool non è uno spartiacque, ma passare è nelle nostre corde»

In conferenza stampa

Carlo Ancelotti in conferenza stampa alla vigilia di Liverpool-Napoli: «Non dobbiamo essere preoccupati dell’arbitraggio, anche se un errore del direttore di gara può compromettere la partita. A me l’ultima volta è andata così. Dal punto di vista tattico, non so cosa voglia fare il Liverpool ma so cosa vogliamo fare noi. La partita d’andata, da questo punto di vista, ci è di conforto. Ma non so se sarà possibile ripeterla. Noi non siamo qui per aspettare il Liverpool, sappiamo quanto sanno essere intensi. Dobbiamo cercare di fare la nostra partita, come abbiamo sempre fatto. A volte abbiamo attaccato di più, altre abbiamo badato più alla difesa. Il calcio è composto da due fasi, offensiva e difensiva. Se saremo intelligenti, abbiamo ottime possibilità di passare il turno».

«Non c’è il rischio di prendere sotto gamba il Liverpool, per noi è la finale di un percorso fatto davvero bene. È impossibile pensare che il Napoli possa affrontare una partita del genere con superficialità, l’andata ci ha insegnato un sacco di cose. Proveremo a giocare una partita simile».

Il significato per il passaggio del turno per Ancelotti, anche in campionato: «Questa partita non è uno spartiacque, so già quanto è forte la mia squadra. Domani sera sapremo se il Napoli avrà le carte in regola per arrivare agli ottavi di Champions. Il più è già stato fatto, ora dobbiamo coronare il lavoro fatto vincendo la partita di domani. È una possibilità che abbiamo, è un risultato che abbiamo nelle nostre corde. Se dovesse andar male, la nostra stagione continuerebbe senza la Champions League ma con la stessa enorme convinzione, in tutte le manifestazioni».

Anfield

«Parliamo di uno stadio fantastico, uno dei più belli al mondo per l’atmosfera che lo caratterizza. Noi siamo entusiasti di giocare in questo stadio, non temo il clima proprio per questo. Ci saranno i tifosi di casa a sostenere il Liverpool, ma ci saranno anche 3mila napoletani e tutti i sostenitori azzurri nel mondo per supportarci».

«Dobbiamo avere serenità e consapevolezza di essere arrivati all’ultima partita con un vantaggio. Possiamo giocarcela, la torta è stata fatta e ora ci vuole la ciliegina».

Il Liverpool primo in Premier League: «La Premier League è sempre una dei campionati più competitivi, e il Liverpool ha grandi possibilità di vincere il trofeo finale. La squadra di Klopp è partita benissimo, ha tante avversarie per il titolo ma ha anche tutte le carte in regola».

Psg-Stella Rossa: «Anche il Liverpool è andato in difficoltà a Belgrado, non sarà facile nemmeno per il Psg. Io però devo concentrarmi su altre cose, forse non avrò la possibilità di vedere in diretta la partita della Stella Rossa».

Ancelotti sui cambiamenti del Liverpool: «Klopp sa di dover fare una grande partita domani, nelle ultime partite ha cambiato un po’ il sistema ma per noi non cambia molto. Abbiamo in mente una strategia e l’attueremo, per noi le loro modifiche non saranno un problema».

La formazione: «Avete fatto bene a non chiederla, neanche io la conosco ancora».

«C’è felicità ed orgoglio di essere qui, sarà una partita difficile ma anche bella e appassionante. Ci siamo preoccupati di questa partita, ora c’è da aspettare con serenità che passi il tempo prima di giocarla».

ilnapolista © riproduzione riservata