Udinese-Napoli 0-3, vittoria da grande squadra con Fabian, Mertens e Rog

Successo fondamentale del Napoli, che trova la rete con due calciatori subentrati dalla panchina. La Juventus, ora, ha quattro punti di vantaggio.

Udinese-Napoli 0-3, vittoria da grande squadra con Fabian, Mertens e Rog

Udinese-Napoli 0-3, Fabian nel primo tempo e poi Mertens e Rog nella ripresa.

Primo tempo

Grande intensità nei primissimi minuti, il Napoli schiaccia l’Udinese nella sua metà campo e trova il vantaggio poco prima del quarto d’ora. Fabian Ruiz, subentrato all’infortunato Verdi, indovina uno splendido tiro a giro con il piede (teoricamente) debole. È una rete che nasce dall’atteggiamento aggressivo della prima parte del primo tempo, l’Udinese resta stordita ma poi riesce a riorganizzarsi. Una buonissima occasione con Lasagna (male Albiol), Karnezis respinge. Da qui in poi è una partita colpo su colpo: Zielinski tocca male in area piccola, defilato sulla sinistra, ancora Lasagna tira debolmente su cross di De Paul. Poi c’è il piccolo caso-Milik: scivolata in ritardo, Mariani lo ammonisce e poi viene invitato dal Var a verificare gli estremi per un eventuale rosso. L’arbitro conferma la sua decisione iniziale, e la partita riprende. Nel finale di tempo, occasione ghiottissima per Pussetto, a un passo da Karnezis. Smanacciata del portiere greco, all’intervallo è 0-1.

La ripresa

Una partita difficile che resta difficile, anche nella ripresa. L’Udinese tiene bene il campo, anzi alza il baricentro e l’intensità del pressing. Il Napoli non vacilla, la prima metà del tempo di gioco è caratterizzato da tantissimi falli, un po’ di nervosismo sparso. La palla gol più grossa è di Kevin Lasagna, lanciato in verticale e chiuso con un intervento meraviglioso da Koulibaly. La partita cambia quando Ancelotti si inventa un cambio apparentemente conservativo: Hamsik per Milik. Marek prende a gestire la manovra, il Napoli trova una verticalità diversa con Mertens e segna due gol. Malcuit fugge sulla destra e trova Callejon a centro area, tiro a botta sicura deviato col braccio da Opoku. Mertens è freddissimo dal dischetto, e spiazza Scuffet. Entra Rog, gol di Rog dopo quaranta secondi: grande azione personale di Mertens, tiro sul primo palo del croato che torna al gol in Serie A quattordici mesi dopo l’ultima volta. Finisce così, il successo della Dacia Arena certifica che il Napoli è una grande squadra. Ancelotti è a quattro punti dalla Juventus. Il campionato è lungo.

ilnapolista © riproduzione riservata