Sacchi: «Il Napoli a Parigi ha giocato da grande squadra»

Alla Gazzetta: «Si è impadronito del pallone e del campo, una cosa impensabile per la mentalità italiana, nel Psg improvvisazione e pressapochismo»

Sacchi: «Il Napoli a Parigi ha giocato da grande squadra»

«La vittoria sarebbe stata meritata»

La Gazzetta pubblica il consueto punto di Arrigo Sacchi sulle italiane in Champions. Elogi per il Napoli di Ancelotti e rammarico per il gol incassato nel recupero.

«Psg­-Napoli – scrive Sacchi – è stato un confronto tra due entità completamente opposte: il Psg basato prevalentemente sui fuoriclasse che dal nulla possono tirar fuori il golazo alla Di Maria, mentre il Napoli si appoggia sul collettivo e su un’idea di gioco che fa da guida. Gli azzurri, forti delle loro conoscenze, hanno giocato come le grandi squadre impadronendosi del pallone e del campo, una cosa impensabile per la mentalità italiana».

Come sarebbe, vai a giocare contro i campioni e li attacchi? Purtroppo questo atteggiamento coraggioso non ha permesso una vittoria che sarebbe stata meritata. Gli azzurri di Carlo hanno messo in difficoltà il blasonato rivale: da una parte c’era una trama con un senso, dall’altra soltanto improvvisazione e pressapochismo. Il gol subito al 93’ è un brutto segnale che Insigne e compagni potranno annullare soltanto con un’altra grande impresa. Dovete farlo, lo meritate.

ilnapolista © riproduzione riservata