Applausi a Ospina che ha giocato una partita da intenditori

La miglior prestazione da quando è a Napoli. Decisive sue due uscite su Salah e soprattutto su Mane. Nessun giornale italiano gli ha dato 7

Applausi a Ospina che ha giocato una partita da intenditori
La splendida uscita di Ospina sui piedi di Mane lanciato a rete

Non sembra più smarrito

Napoli-Liverpool è stata la partita di tanti. Ed è stata anche la partita di Ospina. La prima in cui il portiere colombiano si è fatto realmente apprezzare. Ha giocato una partita da intenditori. È stato decisivo e lo ha fatto senza parate plateali, anche perché il Liverpool non ha mai tirato in porta. E la domanda riecheggia: può un portiere essere decisivo anche se non subisce tiri nello specchio? La risposta è sì: può.

Due uscite coraggiose e provvidenziali

Ospina ieri sera lo ha fatto. Ha mostrato grande sicurezza. Dopo un mese e mezzo, ha acquisito feeling con i compagni di reparto. Non sembra più minuscolo nella porta. Ha toccato 39 palloni, non tantissimi, e li ha toccati tutti bene. Qualche lancio è stato millimetrico, ne aveva già dato dimostrazione. Ma in due occasioni Ospina ha salvato il risultato. In due uscite, entrambe nella ripresa. Una su Salah e l’altra su Mane in area di rigore. Entrambi lanciati a rete. Azioni potenzialmente pericolosissime, che puoi sventare soltanto se sei concentrato e se hai un invidiabile tempismo unito al coraggio. Ospina ha dimostrato di averlo. Ha sbrogliato due situazioni intricatissime che avrebbero potuto portare al gol oppure a un calcio di rigore per la squadra di Klopp.

Ci ha ricordato Pepe Reina in Lazio-Napoli 1-4 dello scorso anno, quando nel primo tempo uscì provvidenzialmente due volte sui piedi di Immobile lanciato a rete. In quell’occasione scrivemmo: “Quelle due uscite di Reina meritano gli applausi”. Oggi ci ripetiamo con Ospina. L’Equipe ha definito brillante la prestazione del portiere colombiano che invece in Italia non è andato oltre il 6,5 in pagella. Non caso, abbiamo definita la sua una partita da intenditori. Ieri sera, Ancelotti ha avuto ragione anche su Ospina. E il Napoli ha trovato il suo portiere (in attesa di Meret e lasciando qualche presenza al sempre efficiente Karnezis).

ilnapolista © riproduzione riservata