Di Francesco: «Al momento il Napoli ci è superiore, ma tutti devono aver paura della Roma»

«Mi piace tantissimo la gestione dei momenti e degli uomini da parte di Ancelotti. Oggi il Napoli è meno ripetitivo rispetto all’anno scorso»

Di Francesco: «Al momento il Napoli ci è superiore, ma tutti devono aver paura della Roma»

In conferenza stampa

Eusebio Di Francesco presenta Napoli-Roma in conferenza stampa. Le dichiarazioni più significative del tecnico abruzzese: «Affrontiamo una squadra in forma, che a Parigi meritava la vittoria. Per venire fuori dal San Paolo con un risultato importante è necessaria una grande prestazione. Loro sono forti, si conoscono e hanno messo altri giocatori interessanti come Ruiz. Hanno cambiato qualcosa nella loro interpretazione delle gare, Ancelotti ha grande esperienza. Con Sarri c’era maggiore ripetitività in avanti, quest’anno cambia un po’ la posizione degli attaccanti. C’è meno possesso ma più capacità di andare in verticale e andare in porta».

Le scelte di formazione della Roma: «De Rossi, Florenzi e Kolarov non sono al top. Kolarov si è allenato, è la cosa più importante. Credo che Florenzi sarà disponibile, abbiamo cercato di far recuperare De Rossi, stanco dopo il Cska. Vedremo in base agli allenamenti.  I centrali difensivi in base alla presenza di Mertens o Milik? Non posso fare la formazione a seconda degli avversari, valuto in base alle condizioni dei calciatori e in relazione al mio modo di pensare e vedere questa partita».

«Oggi il Napoli dimostra di esserci superiore, ha più punti. Noi veniamo da una semifinale di Champions, loro da un campionato eccezionale.  Il Napoli è forte, ad ora è la principale antagonista della Juve e l’ha dimostrato. Trasmette più sicurezza e continuità di risultati, insieme all’Inter, rispetto alle altre. Noi dobbiamo credere di poter recuperare il distacco. Alle porte c’è una partita importante che può permetterci di fare questo e dare forza al nostro lavoro. Possiamo avere più margini di miglioramento, loro si sono stabilizzati anche a livello tattico. Noi abbiamo cambiato qualcosa e stiamo cercando le soluzioni e gli interpreti migliori per questo tipo di gioco».

Le scelte tattiche di Ancelotti

Di Francesco sul sistema di gioco e gli uomini di Ancelotti: «Loro giocano con un centrocampista che si apre molto, con due attaccanti sempre in mezzo. Noi abbiamo un centrocampista in più, le cose si equilibrano. In Champions hanno giocato con una linea finta a 4, non so che squadra ci aspetterà. Cambia tanto anche sulla loro difesa, con Maksimovic. Per noi cambiano le uscite e le aggressioni, noi stiamo preparando la partita con tutte le situazioni. Insigne ha giocato più da seconda punta, dietro l’attaccante. È diventato molto bravo ad interpretare le fasi di gioco, dobbiamo assorbirlo bene. Ma non c’è solo lui, ha grande condizione e ci potrebbe mettere in difficoltà. Ora gioca in un ruolo che sta interpretando benissimo, sicuramente è il giocatore del Napoli da circoletto rosso».

Sul tecnico del Napoli: «Mi piace moltissimo Carlo come si pone, la gestione del gruppo. Tutti ne parlano benissimo, soprattutto i calciatori. Mi piace tantissimo come gestisce i momenti e gli uomini. Chiedo spesso di lui a chi lo conosce».

Cosa devono aspettarsi gli avversari della Roma: «Devono avere paura, noi siamo una squadra capace di grandi prestazioni. Ma siamo soggetti anche a perdere la testa, spesso la Roma diventa imprevedibile anche per Di Francesco. L’imprevedibilità va bene se finalizzata a fare male, non al contrario. Dobbiamo cercare questa continuità che ci sta mancando e abbiamo delle occasioni, che non sono tantissime».

ilnapolista © riproduzione riservata