Caro De Laurentiis, non segue Chiariello se pensa che sia contro di lei

Due volte l’ho visto litigare, e sempre per difendere la sua società. Se il problema è Cavani, deve organizzare una class action dei presidenti per il calciomercato

Caro De Laurentiis, non segue Chiariello se pensa che sia contro di lei

“Tifoso obiettivo” è un ossimoro

Caro presidente Aurelio de Laurentiis, sono un semplice tifoso, che un paio di anni fa è anche venuto a Dimaro e che guarda in tv tutte le trasmissioni sportive sul Napoli, ascolta Radio Kiss Napoli e legge i quotidiani iniziando dalle pagine sportive. Ho sempre detto che da commercialista approvo il suo operato e che la sua è un’azienda modello. Da tifoso mi manca qualcosa perché si sa, il tifoso è irrazionale. “Tifoso obiettivo” secondo me è un ossimoro.

Conosco Umberto Chiariello soltanto dalle immagini tv di Canale 21. Lo seguo assiduamente e condivido al 99% le sue opinioni. Insomma, sono un tifoso come milioni di “fratelli di tifo”. Anni fa partecipai, per ragioni su cui non mi dilungo, ad alcune trasmissioni ma…preferisco “fare il pubblico”, spalmato sul divano con mia moglie che tenta di cambiare canale.

Mi consenta di dire, quindi, di arrivare a questa conclusione: lei, caro presidente ha almeno un consigliere, qualcuno, che gli riporta notizie inesatte. Pensi che solo due volte l’ho sentito litigare: si arrabbiò con dei tifosi che contestavano con dati poco obiettivi la gestione de Laurentiis. Le dirò che qualcuno lo offende chiamandolo “papponista”, altri ipotizzano che Chiariello sia a libro paga del Calcio Napoli. Anche queste sono sciocchezze, ovviamente, ma la posizione del grande Umberto è sicuramente più pro che contro.

Dovrebbe organizzare una class action dei presidenti per le notizie di calciomercato

Che cosa le hanno riferito, presidente? Qualche auspicio sul ritorno di Cavani? Ma il Matador era ed è il sogno di tutti i tifosi! Allora lei dovrebbe organizzare una class action dei presidenti contro tutti i giornalisti che si occupano di calcio mercato. Insomma, gentile presidente, se vogliamo dirla tutta, qualche giornalista che la contesta aspramente c’è ma di certo non è Umberto Chiariello! Dire che lui, Chiariello, ha una sua linea contro De Laurentiis significa affermare l’esatto contrario di quanto in realtà accade. Io non sono nessuno ma la prego di ascoltarmi, caro presidente: verifichi quello che le dicono. Infine, chiedo scusa anche a Umberto Chiariello se non ha ritenuto opportuna questa mia. Sappia, però, che l’ho scritta col cuore. Giuseppe Pedersoli, tifoso del Napoli.

ilnapolista © riproduzione riservata