L’esplosivo Areola, portiere spettacolare alla ricerca della consacrazione

Il profilo di Alphonse Areola: prestanza fisica, interventi di grande impatto estetico, esperienza internazionale. Ma anche una certa discontinuità di fondo.

L’esplosivo Areola, portiere spettacolare alla ricerca della consacrazione

Tante vite

Alphonse Areola ha 25 anni e mezzo, un’età ancora “verde” per un portiere. Eppure ha già vissuto molte esperienze, ha attraversato gli status che caratterizzano la carriera di un calciatore ad altissimi livelli. Da fenomeno giovanile a sensazione in prestito, da aspirante titolare in lotta con Trapp a portiere di riferimento. Fino alla condizione di oggi: campioncino in bilico sull’altare di Gigi Buffon.

Basta rileggere velocemente la sua storia per rendersi conto di come e quanto siano cambiate le cose, nella vita di Areola: gli esordi a nemmeno vent’anni nel Psg (di Ancelotti); il prestito al Lens, in Ligue 2; un’altra stagione di esperienza domestica, a Bastia, in Ligue 1; infine, l’assaggio all’estero, un anno a Villarreal con tanto di scontro diretto con il Napoli, in Europa League. Due partite, un solo gol subito e passaggio del turno. La rete in questione è quella splendida realizzata da Hamsik, al San Paolo, nel return match. Poche colpe per il portiere francese, anzi autore di un buon secondo tempo, con due ottimi interventi consecutivi su Insigne e Mertens.

La stagione in Spagna

In un pezzo pubblicato sul sito ufficiale della Liga, questa la sua descrizione tecnica: «La sua altezza (1,92 m.) non gli impedisce di essere molto agile e spettacolare e di avere un buon gioco con i piedi». Ecco, fino a pochi mesi fa ci saremmo concentrati più sulla seconda frase, mentre ora il punto più importante riguarda le caratteristiche “proprie” di un estremo difensore. Potere del cambio Sarri-Ancelotti, con il tecnico di Reggiolo che sembra stravedere per le qualità fisiche ed acrobatiche di Areola.

Parliamo di un portiere con una specifica fondamentale: l’esplosività muscolare. È la parte fondamentale del suo “codice genetico”, perché descrive perfettamente il suo modo di coprire la porta: che siano tiri ravvicinati o da lontano, il gioco di Areolaconsiste nello sfruttare la forza delle gambe per tentare il tuffo ad ampio raggio. Si tratta di uno stile bello a vedersi ma decisamente rischioso, perché può portare ad errori grossolani.

Probabilmente, la discontinuità è l’unico difetto di un portiere di buonissimo impatto tecnico e mediatico. Di un portiere comunque all’altezza di un club importante come il Psg. Non a caso, in questo momento Areola è in Russia come secondo di Hugo Lloris, intoccabile numero uno della Francia di Deschamps.

Valore e percezione

La dimensione di Areola è ad altissimo livello: secondo Transfermarkt, il portiere del Psg ha un cartellino da 15 milioni di euro, 21esimo portiere del mondo per valore assoluto – davanti a lui ci sarebbero anche profili meno “riconoscibili”, come Butland, Strakosha, Onana. Anche la percezione è quella del campione ancora in cerca dell’affermazione definitiva. In un sondaggio condotto da Le Parisien, cinque ex famosi calciatori del Psg hanno parlato di come «un portiere in grado di garantire punti, un fenomeno in divenire, fisicamente imponente e tecnicamente valido».

Per quanto riguarda il Napoli e il suo progetto, l’arrivo di Areola rappresenterebbe un’operazione “perfetta”. Parliamo di un calciatore giovane, ancora da valorizzare appieno, eppure con una buona esperienza internazionale e una qualità riconosciuta, anche se ancora da raffinare. Vedremo se l’affare si concretizzerà, proprio oggi si è alzato il volume dei rumors per una trattativa ben avviata. Rispetto all’acquisto di un giovane-giovane come Meret, da parte nostra il giudizio è assolutamente positivo. Non fosse altro che per le 24 presenze totali tra coppe europee e competizioni internazionali con la Francia. Sono 19 tra Europa League e Champions, più 5 con i Blues. La differenza con il giovane portiere dell’Udinese è tutta qui, e non sono bruscolini.

ilnapolista © riproduzione riservata