Orsato, le giornate di riposo passano a tre

L’arbitro di Inter-Juventus non è stato designato (neanche come Var) per la 38esima giornata di campionato. Dopo il viaggio in Qatar, il terzo indizio che fa una prova.

Orsato, le giornate di riposo passano a tre

Le designazioni arbitrali

Una delle citazioni più divertenti di Totò, tratta dal film Miseria e Nobiltà, ci accompagna ci ha guidato nella realizzazione di questo breve pezzo di commento. Sono state rese note le designazioni arbitrali per la 38esima giornata di campionato. Ebbene, Daniele Orsato non è stato chiamato in causa. Neanche come Var.

Voi direte: e Totò che c’entra? C’entra, eccome. Esattamente come Felice Sciosciammocca che avvisa il figlio Peppeniello di aumentare a due pizze l’ordinazione – dato che c’è un pollo da spennare -, noi avvisiamo un po’ tutti che tre partite senza arbitrare fanno una prova. Esattamente come gli indizi. Cioè, passi per la giornata 36, magari era una normale turnazione. Passi pure per la 37esima, Orsato era stato “scelto” per andare in Qatar e quindi tutto a posto (o forse no). Ma la 38esima? Cioè, l’ultima, quella che sta arrivando? Dov’è Orsato?

Evidentemente, i vertici arbitrali hanno capito che qualcosa è andato storto per l’arbitro veneto. Non regge neanche la scusa per i Mondiali incombenti: tutti gli altri arbitri e Var italiani (Rocchi, Irrati e Valeri) sono stati designati in ruoli diversi per quest’ultimo turno. Quindi, come dire: il mancato reinserimento di Orsato spiega che, quantomeno, i dirigenti dei fischietti hanno deciso di fargli vivere con tranquillità questo finale di campionato. Magari la prossima volta Marcello Nicchi cambierà versione, nell’ultima intervista ha tenuto a precisare che la decisione di mandare Orsato in Qatar era «programmata da tempo», e che non c’erano state punizioni e/o sospensioni. Forse è vero, ma intanto le giornate di “riposo” passano a tre.

ilnapolista © riproduzione riservata