Attenzione a Gasperini: «Minacciati da Pairetto, sapeva già di essere Var per Lazio-Atalanta»

Le parole di Gasperini in conferenza stampa: «Come faceva a sapere che ci saremmo incrociati a Roma, con lui al Var? Sono schifato».

Attenzione a Gasperini: «Minacciati da Pairetto, sapeva già di essere Var per Lazio-Atalanta»

In conferenza stampa

Sembrava una normale conferenza stampa prepartita, Atalanta-Milan resta un match fondamentale ma le dichiarazioni di Gasperini vanno decisamente al di là di un singolo match. Anzi, rischiano di far esplodere una vera bomba all’interna del sistema calcio italiano.

Sì, perché il tecnico orobico ha raccontato un retroscena gravissimo sull’arbitro Pairetto. Queste le sue parole: «Durante durante la partita contro il Genoa, Pairetto mi aveva minacciato. Disse che ci saremmo rivisti a Roma, che all’Olimpico non sarebbero stati concessi questi comportamenti. Non so come potesse sapere che il Var in casa della Lazio l’avrebbe fatto lui». Parole shock, per la minaccia in sé ma soprattutto per la “previsione” sulla futura designazione. Un intero sistema messo in dubbio con una singola frase.

Gasperini ne ha fatto anche una questione di correttezza: «Siamo tra le squadre che ha preso meno ammonizioni di tutte, ho letto la terzultima. Su 56, due per proteste, una a dicembre e l’altra ad aprile. Per me è fondamentale che i giocatori si rivolgano all’arbitro nei modi corretti. Io invece sono stato squalificato col massimo della pena, in vista di una partita fondamentale, per un episodio sul Var di cui non si è accorto nessuno. Fermi lì ad aspettare dei minuti in campo per una cosa che non esisteva: eventualmente saremmo dovuti rientrare dagli spogliatoi per un rigore contro. Pairetto, tra l’altro, era il quarto uomo a Roma, contro i giallorossi, quando fui espulso nell’intervallo. In quel caso, riconosco di essere andato sopra le righe per il secondo giallo a De Roon, era giusto. Devo ammettere di essere un po’ schifato, per me questa storia è una macchia indelebile». Domani, Gasperini sarà squalificato. Ma l’eco di queste sue parole, come già detto, potrebbe andare oltre il match con il Milan. Molto, molto oltre.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. dai che siamo pronti per il SEQUEL!!!

  2. Giulio Valerio Maggioriano 13 maggio 2018, 9:49

    Ma cosa c’entra la Juve? :d

  3. Stefano Valanzuolo 13 maggio 2018, 8:43

    No, no, di Gasperini non mi fido. Personaggio assai poco trasparente.

  4. Ma è lo stesso Gasperini che voleva mettere in campo la primavera con i torinesi? Mah ….non ci capisco più niente.

  5. E Pairetto è l’ultimo arrivato.. pensate l’amico Taglia e il buon Orsato quante ne sanno

    • giancarlo percuoco 13 maggio 2018, 0:27

      il bello è che Taglia è quello che non vide il gol, di Muntari. adesso sono diventati amici.

  6. Gennaro Russo 12 maggio 2018, 22:04

    I SOCIAL STANNO ESPLODENDO LETTERALMENTE PER QUESTA STORIACCIA. Si parla, nel twitt di Maurizio Pistocchi, di un bubbone che è scoppiato !!!! I commenti sono addirittura per una Calciopoli 2. Tutti o quasi tutti stanno rammentando che il fratello dell’ attuale arbitro Pairetto (figlio dell’ arbitro della Calciopoli 1) ha un legame nella societa’ Juventus. E che, parole di Gasperini, ” come faceva a sapere che avrebbe fatto il VAR a Roma contro la LAzio ? ” E dice che Pairetto lo ha minacciato. Io spero davvero che non venga insabbiato tutto o mistificato. Se GAsperini di dice “schifato”, non sa quanto siamo schifati noi da questa brutta storia (eufemisticamente) e da anni di ruberie di quelli li’….

  7. C’è da capire se qualcuno indagherà su queste parole…

  8. E allora? anche se fosse ti hanno fregato. Lo denunzia De Laurentiis tutti a tacere da omertosi. Poi Gasperini anche lui ha da farsi ridire, come Donadoni che prende carrette di gol dal Napoli e parla, sminuisce, denigra offende, con la Juve tutti a pecore. Gasperini, contro la sua l’Atalanta gia ci avevano fatto il funerale, invece in casa loro nemmeno un tiro in porta al Napoli, segnò Mertens ed ebbe da ridire, segnò gol regolare poi annullato ad Hamsik e non parlò, quando col Napoli in Coppa Italia sputò sangue, mentre con la Juve impiegò i bambini ancora con il biberon del latte in bocca a scansarsi. Pairetto lo hanno inquadrato che è molto scarso, farà poca strada, almeno ha fatto una cosa buona ti ha squalificato con molto anticipo, così impari a protestare in tutto l’arco del Campionato non solo ora a comodi tuoi. Il marcio lo si deve vedere a 360°, non schifato solo in questo caso, dove Pairetto lo ha fregato.

  9. Ma le analisi tattiche, le preview delle partite e quant’altro dove sono finite? Metà degli articoli parlano di camorra, il resto è diviso tra questione stadio e polemiche VAR. Aridateci Fasano e le dissertazioni sul calcio giocato.

  10. Toh, Gasperini inizia a diventare simpatico…

  11. Non vi è alcun dubbio che si tratta di dichiarazioni molto gravi sulle quali è obbligatorio indagare da parte degli organi competenti ma spero tanto che Gasperini non si trasformi nell’immaginario collettivo napoletano,in un improbabile paladino anti juventino,visto che fino a poche ore fa era quello che si scansava nelle sfide contro i non colorati! Guardiamo all’episodio con la giusta attenzione ma senza scadere nel solito sentimento complottistico del recente passato.

  12. White Shark is still here 12 maggio 2018, 17:53

    Ma che vi aspettate accada?

  13. Massimiliano Pontrelli 12 maggio 2018, 17:33

    Pairetto sarebbe il fratello di quello che lavora per la juve? Entrambi figli del protagonista e colpevole di calciopoli? Molto bene. Tutto nella norma, insomma.

  14. Scirocco Notturno 12 maggio 2018, 17:29

    Tutta la solidarietà a Gasperini, che mi ha sempre dato la sensazione di persona per bene.

Comments are closed.