Roma-Liverpool, curve in vendita a 65 euro: le proteste sui social dei tifosi giallorossi

Prezzi ridotti per gli abbonati, curve a 35 euro per i possessori della tessera. Per il Barcellona, una curva in vendita libera costava 40 euro.

Roma-Liverpool, curve in vendita a 65 euro: le proteste sui social dei tifosi giallorossi

Prezzo ridotto per gli abbonati

Roma-Liverpool si giocherà il prossimo 2 maggio. Il sorteggio è stato effettuato oggi, ma sono già partite le proteste dei tifosi giallorossi per i prezzi imposti dal club per accedere all’Olimpico. Le curve, in vendita libera, costeranno infatti 65 euro. Per i Distinti (che, a differenza del San Paolo, identificano solo la porzione estrema del lato lungo, accanto alla Curva) serviranno 85 euro; da 140 a 160 euro le due Tribune, corrispondenti ai Distinti e alla Posillipo del San Paolo. Politica di prezzi differente per gli abbonati: le curve scendono a 35 euro, i distinti a 50 euro.

Dopo la pubblicazione dei prezzi, sono montate le proteste del pubblico giallorosso. Nel mirino, ovviamente, il costo (alto) per i settori popolari. Rispetto al Barcellona, l’aumento è sensibile: un biglietto di curva per il match di martedì scorso costava 40 euro. Per capire il tenore della protesta, alleghiamo il post del quotidiano Il Romanista in cui viene riportato il listino prezzi. Francamente, si tratta di una polemica incomprensibile: non c’è, in Europa, una partita più importante che uno stadio possa ospitare. E 65 euro ci sembrano un prezzo equo, considerando anche la riduzione per gli abbonati.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. concordo con il commento finale. Una volta salvaguardati i fedeli abbonati, i prezzi potrebbero essere anche più vicini a quelli inglesi

Comments are closed.