Conte più Sarri: sarebbero due clausole per Abramovich (che non è convinto)

Il magnate del Chelsea dovrebbe versare otto milioni al Napoli e pagare buonuscita e penale a Conte. De Laurentiis non farà sconti sulla clausola

Conte più Sarri: sarebbero due clausole per Abramovich (che non è convinto)

Tira e molla modello Reina-Psg?

Peppiniello, le clausole salgono a due. Il Mattino oggi riporta la notizia della disdetta della casa di Sarri a Varcaturo, ma completa il quadro e scrive che Abramovich non è così convinto di pagare la clausola rescissoria che lega l’allenatore toscano al Napoli. A questo punto, siamo nel campo delle ipotesi, comincerebbe un tormentone sul modello Reina-Psg della scorsa estate. Sappiamo bene che per De Laurentiis i contratti sono tavole della legge. Non è mai accaduto che il presidente ceda di fronte a qualsivoglia pressione da parte di un suo “dipendente” diventato insofferente al contratto stipulato.

Per liberarsi di Conte, Abramovich dovrebbe già pagare una penale. Infatti l’ex ct della Nazionale è ancora sotto contratto con i Blues. Al Chelsea questa operazione costerebbe ben oltre i cinquanta milioni di euro, visto che ci sarebbe da pagare anche il lauto triennale per Sarri. Ingaggio che potrebbe aggirarsi sui sette milioni di euro netti all’anno, come scrivemmo quindici giorni fa sul Napolista. Sarebbe un’operazione da 50 milioni di euro per il solo Sarri – compresa la clausola – e i più ci sarebbero da pagare buonuscita e penale ad Antonio Conte.

ilnapolista © riproduzione riservata