L’anticipo di Mediapro tranquillizza la Serie A, ora il bando e le trattative con le tv

Mentre Mediapro prepara le prossime mosse (il decisivo incontro con Sky, ad esempio), la Lega Serie A si riunisce in assemblea e si parla del possibile amministratore delegato. In pole c’è Stefano Domenicali.

L’anticipo di Mediapro tranquillizza la Serie A, ora il bando e le trattative con le tv

Scrivono Gazzetta Repubblica

Ieri pomeriggio abbiamo annunciato la schiarita sui diritti tv. Mediapro ha versato l’anticipo “dovuto” alla Serie A, il 5% dei 1050 milioni annui pattuiti con la Lega Serie A. Quindi, ecco il bonifico da 64 milioni che cancella l’ansia dei club e mette di nuovo l’azienda spagnola al centro della narrazione del nostro calcio. Dopo la lettera dei giorni scorsi, che invitava a bloccare i pagamenti, si era diffusa una certa inquietudine tra i presidenti di Serie A. Ora è tutto rientrato, o quasi. Perché la partita non è del tutto chiusa, come scrivono Gazzetta dello Sport Repubblica.

Il prossimo step, secondo la rosea, consisterebbe nel versamento di una fidejussione di un miliardo (più iva). Ci sono tre settimane di tempo, nel frattempo Mediapro si occuperà di stabilire i rapporti di forza per la vendita dei diritti ai broadcaster. Prevista la pubblicazione di un banco con «pacchetti a discrezione di Mediapro, purché vengano rispettate le linee guida». C’è poi il discorso aperto con Sky. La Gazzetta descrive uno scenario di gelo necessario, almeno finora: «Non si sono ancora incontrati, ma non possono fare a meno l’uno dell’altro. Se una parte dei diritti sarà ceduta a Mediaset per il digitale terrestre e una parte a un operatore del web (Perform?), la fetta più consistente dovrà comunque essere assicurata dal contratto con Sky per il satellite.  Mediapro riuscirà a rientrare dall’investimento di un miliardo e 50 milioni? Quanto sarà disposta a versare Sky, che nelle trattative private con la Lega aveva offerto 630 milioni? Lo scopriremo
nelle prossime settimane».

La Serie A cerca un manager

Intanto, oggi, assemblea di Lega con il capo della Polizia Franco Gabrielli. Ovviamente, si parlerà di tifo e sicurezza. Sarà la prima riunione coordinata da Gaetano Micciché, nuovo boss della Serie A. Intanto, Repubblica fa una prima ipotesi per il nome dell’amministratore delegato. Si tratta di Stefano Domenicali, attuale ad della Lamborghini. La Gazzetta vede e rilancia, con i nomi di Kahale, Perrelli e dello stesso Domenicali. In ogni caso, anche questo punto sarà definito dopo la risoluzione del problema diritti tv.

ilnapolista © riproduzione riservata