Milan, ecco Li Yonghong: «La mia situazione finanziaria è sana». Ma la Figc vuole saperne di più

In un video “ufficiale”, il proprietario del Milan risponde alle notizie del Corriere della Sera. Intanto, però, il commissario federale Fabbricini si dice «preoccupato» per le voci sul club rossonero.

Milan, ecco Li Yonghong: «La mia situazione finanziaria è sana». Ma la Figc vuole saperne di più

L’articolo della Gazzetta

Dopo l’inchiesta del Corriere della Sera sulla cassaforte del Milan, ecco la risposta composita. Da una parte ci sono le reazioni ufficiali di Li Yonghong, patron del club rossonero. Dall’altra, ecco i movimenti della Figc per capire se magari qualcuno ha sbagliato qualcosa. La ricostruzione del momento rossonero è sulla Gazzetta dello Sport. Si parte dal comunicato ufficiale pubblicato ieri sera dal Milan, “firmato” con un video dall’imprenditore cinese: «La camera inquadra il presidente davanti a una vetrina novecentesca con decorazioni orientali, e poi anche la moglie di Li, Huang, che con un maglione nero a scacchi compare per salutare e augurare un felice nuovo anno (cinese)».

Il contenuto del montaggio: «Nelle ultime quarantotto ore ho visto che sono state riportate dai media alcune notizie irresponsabili che hanno danneggiato il Club, le mie società, la mia famiglia e me stesso. Da quando ho acquistato il Milan ho affrontato ogni tipo di difficoltà e sopportato una pressione senza precedenti. In seguito a questi rumors irresponsabili ho voluto creare un ambiente tranquillo intorno alla squadra e alla società. Non comprendiamo che finalità abbiamo queste voci, ma sono arrivate al punto di danneggiare pesantemente il Club, le mie società e la mia famiglia. Pertanto vorrei cogliere questa occasione per spiegare, augurandomi che sia l’ultima volta, che la situazione relativa a tutte le mie risorse personali è completamente sana e che sia il Club sia le mie società, stanno lavorando regolarmente».

Federcalcio

Si tratta di una difesa di parte, di una versione di parte. Come dire: le parole che ci aspettavamo, che però vanno giudicate in relazione ai fatti. Di certo, scrive la Gazzetta, va sottolineato come il proprietario del Milan si muova solo per le “grandi occasioni”, positive o negative. L’insediamento della nuova dirigenza; un tweet dopo la vittoria nel derby di Coppa Italia; la notizia in merito all’inchiesta della Procura di Milano sulla trattativa per l’acquisizione del club (rivelatasi poi infondata).

Anche la Figc, però, si muove soprattutto per i grandi eventi. Leggiamo ancora la Gazzetta: «Non è stato giudicato urgente l’incontro con il commissario straordinario Figc Roberto Fabbricini, che si è detto intenzionato a incontrare al più presto la dirigenza rossonera. “Sono preoccupato per il Milan perché è una situazione che coinvolge una grande squadra e un grande patrimonio sportivo. Cercherò di avere qualche contatto in questi giorni col Milan e capire“. L’incontro – da entrambe le parti poi giudicato di routine e da intendere in un clima di massima cordialità – ci sarà sabato quando squadra e dirigenti saranno a Roma, al Parco dei Principi, per il ritiro prepartita (in calendario c’è Roma-Milan)».

ilnapolista © riproduzione riservata