Hamsik: «Non so se sarò in campo per Atalanta-Napoli»

Marek Hamsik intervistato dal giornale slovacco Pravda: «Ho saltato diversi allenamenti per un dolore alla gola, vedremo come andrà nelle prossime ore».

Hamsik: «Non so se sarò in campo per Atalanta-Napoli»
Marek Hamsik (Ciambelli)

L’intervista alla Pravda

Marek Hamsik intervistato dal quotidiano slovacco Pravda. Il capitano del Napoli è stato nominato miglior calciatore slovacco degli ultimi quindici anni, un riconoscimento importante e meritato. Questo il suo primo commento: «È un enorme tributo. I tifosi potevano scegliere tra una lista di giocatori davvero importanti, ancora in attività o che si sono ritirati. Il calcio si gioca per il pubblico, essere apprezzato dalla gente è il massimo che un calciatore possa desiderare».

La vera notizia arriva però in vista di Napoli-Atalanta. La presenza di Hamsik è infatti a rischio. «Non so ancora se ci sarò – spiega Marek -, ho dolore alla gola e mi sono perso gli ultimi allenamenti. Vedremo come andrà nelle prossime ore. Vorrei esserci, affrontiamo una partita molto difficile, contro una squadra che ci mette sempre in difficoltà. Nell’ultimo anno, ci ha battuto due volte e fatto abbandonare la Coppa Italia all’inizio di quest’anno. Una buona partenza dopo la sosta permetterebbe anche di rompere questo tabù. Sarà uno snodo importante per la nostra stagione».

Il record di gol

Il racconto del gol decisivo: «Quando è arrivato a Torino, è stato bellissimo. Lo stesso vale discorso vale per la rete successiva, contro la Samprodia. Quando i 60mila spettatori del San Paolo si sono alzati in piedi e hanno gridato il mio nome, mi sono venuti i brividi. È qualcosa di irripetibile, lo ricorderò per il resto della mia vita. Anche Maradona si è congratulato per il mio nuovo primato, l’ho apprezzato molto».

Il futuro al Napoli: «Non ho alcun dubbio, sicuramente non andrò via. Certo, in futuro potrebbe succedere qualsiasi cosa, ma ora sono concentrato sulla corsa in campionato. La primavera sarà lunga e impegnativa. Vogliamo riuscire a rompere il dominio della Juventus».

ilnapolista © riproduzione riservata