Diritti Tv: la Serie A “salvata” da Mediapro, possibile un nuovo bando per Sky e Mediaset (oltre i 950 milioni)

I 950 milioni (più royalities) offerti dalla Spagna “danno ossigeno” alla Lega, che non vuole ancora escludere Sky e Mediaset dalla corsa. Dopo venerdì, potrebbe aprirsi un nuovo fronte con una vendita per prodotto.

Diritti Tv: la Serie A “salvata” da Mediapro, possibile un nuovo bando per Sky e Mediaset (oltre i 950 milioni)

L’articolo della Gazzetta

La Gazzetta dello Sport titola “caos diritti tv”. Forse sono parole eccessive, dato che tutto è ancora in gioco, ma sono pregnanti per definire – fin dove possibile – una situazione complessa. La Serie A si trova a un bivio storico: la somma da incassare nel prossimo triennio è fondamentale per “tenere in piedi” il nostro calcio, per garantire un minimo di competitività interna e a livello internazionale. Le trattative private aperte dopo la lettura delle offerte per il (secondo) bando della Lega non hanno soddisfatto i club.

Poi, però, sono comparsi gli spagnoli di Mediapro. Che, leggiamo sempre sulla rosea, «hanno messo il buonumore ai presidenti: all’interno della loro busta c’era un’offerta da 950 milioni di minimo garantito più royalties all’anno in cambio della creazione di un canale tematico, da distribuire su tutte le piattaforme interessate». Una soluzione “nuova”, che si basa sull’acquisizione di tutti i diritti (anche della Serie B) da rivendere poi ai broadcaster che vogliono trasmettere il calcio. E che, in ogni caso, mette pressione alle aziende italiane (leggi Sky) che da sempre investono su questo prodotto.

L’offerta spagnola, anche per questo motivo, non è stata ancora accettata. La Lega punta ad alzare l’offerta fino alla soglia immaginata all’inizio del percorso (1 miliardo e 50 milioni). Nel frattempo, i club hanno votato per la non assegnazione di tutti i pacchetti, anche di quelli che avevano raggiunto il “minimo”.

Un nuovo bando

Fino a venerdì, sarà condotta una trattativa privata con Mediapro. Nel caso in cui questa discussione non dovesse avere esito positivo, la Lega potrebbe pubblicare un nuovo bando (il terzo). Che, come spiegato anche dall’ad di Infront Luigi De Siervo, potrebbe basarsi sulla «vendita del prodotto, in modo che Mediaset e Sky possano rientrare in corsa». Secondo alcune indiscrezioni, Sky si sarebbe proposto come nuovo acquirente dell’intero bouquet di diritti, come Mediapro. In questo momento, però, questa soluzione non è legalmente praticabile. Bisognerà attendere e capire gli sviluppi della faccenda.

Le sensazioni, in ogni caso, sono decisamente più positive rispetto a qualche giorno fa. Le parole del commissario di Lega (forse futuro presidente) Tavecchio: «Siamo partiti da 762 milioni, ora siamo a 950 più le royalties. Poi cisono i quasi 400 milioni dai diritti esteri e c’è da vendere la Coppa Italia. È stato fatto un ottimo lavoro in fase commissariale». Se il merito di questa (piccola) rinascita è in parte dell’ex presidente Figc, queste parole erano da considerarsi attese, scontate, praticamente già dette. È il gioco delle parti.

ilnapolista © riproduzione riservata