Viva Giampaolo e le uscite palla a terra. Il Napoli recupera tre palloni e batte la Sampdoria 3-2

Per fortuna l’integralista non è Sarri. Nel primo tempo, il Napoli rimonta due volte. Nel secondo tempo, addormenta la partita. Allan sontuoso. Hamsik batte Maradona

Viva Giampaolo e le uscite palla a terra. Il Napoli recupera tre palloni e batte la Sampdoria 3-2

Napoli primo a Natale

Il Napoli arriva a Natale primo in classifica. La squadra di Sarri supera la Sampdoria per 3-2 al termine di una partita sofferta, con un primo tempo di straordinaria intensità. Hamsik segna il gol del 3-2 e scavalca Maradona nella classifica dei marcatori in maglia azzurra. Allan gioca una partita da raccontare ai nipotini. l’Inter perde in casa del Sassuolo (seconda sconfitta consecutiva), e così il Napoli è primo a prescindere dal risultato di Juventus-Roma in campo questa sera. Se dovesse vincere a Crotone il 29 dicembre, sarebbe aritmeticamente campione d’inverno.

Il Napoli sa abbassare i ritmi

Il Napoli è a quota 45 punti in classifica, un traguardo importante. La squadra di Sarri ha imparato anche a soffrire e ad abbassare i ritmi quando ce n’è bisogno. Un gruppo che è maturato, così come il suo allenatore. Non a caso, oggi l’allenatore toscano ha approfittato della cocciutaggine di Giampaolo che ci ha favoriti con il fraseggio insistito palla a terra nella propria metà campo (lanciare lungo, non sia mai). Una pacchia per il Napoli – una furia nel primo tempo – ha recuperato per tre volte il pallone e per tre volte ha segnato.

La squadra non perde mai la bussola

Primo tempo di straordinaria intensità al San Paolo. Il Napoli ha molti meriti. Riesce a ribaltare due volte la partita. Va sotto dopo appena tre minuti, e poi anche al 27esimo. Ma non perde mai la bussola. Gioca con grande intensità e alla fine dei primi 45 minuti il punteggio di 3-2 sta persino stretto agli azzurri. Nella ripresa, ritmi blandi. Il Napoli si affaccia raramente nella metà campo avversaria, ma non corre alcun pericolo. Reina non deve compiere nemmeno una parata, nemmeno negli ultimi quindici minuti che il Napoli gioca in dieci uomini a causa dell’espulsione di Mario Rui per doppia ammonizione.

Sarri si affida ai suoi titolarissimi. Il Napoli va subito sotto. Punizione da trenta metri di Gaston Ramirez – grande protagonista di giornata – un sinistro alla Pirlo su cui Reina ha qualche responsabilità, ma il gesto tecnico è da applausi. Ramirez è un gioiello che troppo spesso è in letargo. Oggi al San Paolo, invece, è stato più vivo che mai.

La pressione sui portatori di palla

Il Napoli non si scompone e comincia a macinare gioco. E, soprattutto, esercita pressione sui portatori di palla della Sampdoria. Così il Napoli segna tre volte. Su tre palloni recuperati. Giampaolo evidentemente non fa tesoro dell’esperienza. Prosegue col possesso palla, come se nulla fosse, e Sarri gongola. E noi con lui. Il Napoli probabilmente avrebbe vinto lo stesso (ha giocato molto bene) ma fa sempre piacere quando l’avversario ti facilita, soprattutto nei momenti di difficoltà.

Sullo 0-1 il Napoli sfiora due volte il pareggio. Prima, con l’azione di default con Insigne verso Callejon che si beve Strinic e poi spara su Viviano. Poi, Mertens prova un gol da favola: stop di petto spalle alla porta da venti metri, torsione su sé stesso e tiro al volo fuori di pochissimo.

Al 16esimo il pareggio. La Samp gioca il pallone al limite dell’area, Mertens bracca Barreto, recupera il pallone e lo mette al centro: Callejon calcia di nuovo su Viviano ma c’è Allan che sulla respinta segna l’1-1. Allan è autore di una prestazione maiuscola. Recupera decine di palloni, è sempre in grado di accelerare anche nel finale di partita. Di gran lunga il migliore in campo.

Il 2-2 di Insigne e Marek fa 116

Il Napoli ha la partita in pugno ma dall’altra parte c’è Ramirez. Che sfugge a Hysaj e Albiol e viene atterrato in area. Quagliarella realizza e non esulta. Siamo al 26esimo.

Il Napoli accusa il colpo, Quagliarella si fa vivo nuovamente con un diagonale di destro. Per fortuna, Giampaolo continua col suo possesso palla alla Maturana. Fraseggio insistito sulla propria tre quarti. Il Napoli capisce che può azzannare la preda (in questo caso Ferrari), e recupera il pallone. Mertens (che si rivela ancora una volta prezioso anche quando non segna) serve Insigne che al volo di destro la piazza sul primo palo e supera Viviano. Azione sontuosa. Il Napoli produce calcio e gol con una semplicità disarmante. E attua un pressing davvero intenso. Siamo sul 2-2.

Al 39esimo, gli azzurri recuperano un altro pallone su uno dei tanti svolazzi blucerchiati. Allan invece bada al sodo, gioca col pallone poco entro l’area. Aspetta che Mertens gli passi accanto modello Beep-Beep, lo serve e Dries in area chiude il triangolo servendo Hamsik che segna la rete numero 116 con la maglia del Napoli. Maradona è secondo in classifica. Momento storico al San Paolo. Il pubblico si stropiccia gli occhi. Noi tifosi sentitamente ringraziamo Giampaolo. La squadra di Sarri raddrizza una partita che per ben due volte si era messa male.

Sarri fa il pragmatico

Nella ripresa, il Napoli prova ad addormentare la partita. Non produce accelerazioni. Al 55esimo Sarri – che si dimostra decisamente più intelligente rispetto al disegno che ne fanno – fa uscire Jorginho e mette dentro Diawara. Altro che l’integralismo teorico di Giampaolo. Nel secondo tempo, il Napoli probabilmente risente della intensità prodotta nel primo tempo. Gioca più arretrato, lascia più spazio alla squadra di Giampaolo. Pericoli però il Napoli non ne corre. Nessuna parata di Reina. Nemmeno nei quindici minuti finali giocati con un uomo in meno.

Il Napoli è squadra. Ha l’obiettivo finale ben piantato in mente. E si vede. Il Napoli vince l’ennesima partita soprattutto con la testa.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Infatti il mercato andava fatto a giugno e invece.. comunque qualche buon rincalzo arriva se si vuole ad es inglese serve anche se nn è da napoli ma serve

  2. Diego della Vega 24 dicembre 2017, 19:26

    C’è solo uno più lento di Maksimovic ed è il sito del Napolista.

    • Maksimovic è il centrale + veloce della serie A, ragazzi ma neanchei fondamntali e che cavolo

  3. Enrico Pessina 24 dicembre 2017, 17:04

    Ok. Nella mia ho visto cose diverse.

    • felice d'amora 24 dicembre 2017, 18:25

      capita Enrico, ognuno ha le proprie opinioni poi ci sono i fatti come quelli che la prossima giornata non giocherà e che il Napoli ha giocato in 10, e che la samp non aveva un ‘ala di ruolo da marcare, mi spiace, sarei stato il + felice di vedere un Rui irresistibile, ma Sarri ha fatto una pessima scelta, io la smetterei di prendere ex empoli, sono stati davvero pessimi affari, solo 1 su 6 ha trovato spazio ed è il + criticato, avessimo fatto turn over Strinic rimaneva ed avevamo una buona alternativa, inutile cercare scuse, questo modo di gestire la rosa porta a queste conseguenze, ci sono lati positivi e negativi, questo è un lato negativo

      • Enrico Pessina 25 dicembre 2017, 0:18

        Più criticato da te.

        • felice d'amora 25 dicembre 2017, 10:29

          Enrico ti sbagli, per me Hysaj ci sta bene sulla SUA fascia, e se facesse turn over come tutti i terzini delle squadre importanti avrebbe un ottimo rendimento. Ancora non capisco (e scusa il termine) sta sceneggiata del “RIMANGONO TUTTI”, Maggio; Reina e Albiol potevano partire tranquillamente, Bastava prendere un sostituo di Maggio e di Reina, matenere Strinic (facendolo giocare), ed avevamo una squadra completa, e con futuro, congelare il Napoli mi sembra una grossa mancanza di responsabilità, l’anno prossimo c’è un altro campionato che senso ha tutto questo, nel calcio le squadre sono in continua evoluzione, vedi Roma, Juve, Milan e anche l’Inter, si costruisce il futuro attraverso il presente, noi NO, non facciamo giocare le alternative mentre i titolari invecchiano e si consumano, su questo punto punto Sarri commette un gravissimo errore, almeno questo penso io, e so che la pensi diversamente, ma apprezzare Sarri (ed io lo apprezzo molto) non significa nascondere i suoi limiti e difetti, anzi sinceramente questa corrente che avete creato secondo me è molto autolesionista

  4. Io sono più parco: all in su Darmian, ceduto Giaccherini, Ounas in prestito

  5. dino ricciardi 24 dicembre 2017, 9:38

    Insigne a fine partita ha fatto gli elogi a Mario Rui dicendo che lo considera molto forte.
    Se avesse giocato una chiavica come tu dici non si sarebbe esposto cosi.
    Lo stesso Sarri, e sapete bene che il tecnico non ha peli sulla lingua,non dice le cose solo per dire.
    Credo che ci sia molta prevenzione su questo calciatore.
    L’unica cosa che mi preoccupa è che ancora non riesce ad avere i 90 minuti nelle gambe ma questo esula dal discorso tecnico.
    Poi si sa,noi ”professori da divano” siamo più competenti di chi lo allena e di chi ci gioca insieme.

    • felice d'amora 24 dicembre 2017, 18:30

      Insigne ha detto che Reina doveva rimanere, dai ragazzi smettiamola Rui pessimo acquisto, Reina finito da anni come Albiol. Questi sono i punti deboli del Napoli ed è un peccato perchè Maksimovic con 2-3 mesi sarebbe perfettamente integrato, Strinic l’avevamo, si doveva solo prendere un portiere minimamente presentabile, un sostituto di Hysaj, queste erano le mosse del Napoli, semplici e chiare, ma sembra che il misterr, “quello che non fa mercato”, si è messo di traverso con le sue idee di predestinati e presunti giocatori insostituibili

  6. Due osservazioni rapide:
    1 questo sito sta diventando insopportabile di sotto il profilo tecnico: lentissimo, troppa pubblicità, NOT user friendly, insomma un pianto…. se continua così pian piano verrà abbandonato. Capisco le esigenze di finanziamento, ma così diventa controproducente
    2 calcio: tutti a dare addosso a Hysaj…. ragazzi, lui è chiaramente quello che è, ma questo ragazzo ha fatto 500 partite di seguito giocando a destra, sinistra o dove capita… insomma, un periodo di appannamento ci sta

    • Personalmente credevo molto in Hysaj (c’è un mio post di un paio d’anni fa a confermarlo), e trattandosi di un ’94 ero convinto che avessimo risolto a lungo termine e a poco prezzo i problemi sul lato destro che tanto avevano penalizzato il Napoli di Benitez. In effetti nel primo anno i progressi del ragazzo erano stati prodigiosi ed erano culminati con un ottimo Europeo. Non so come mai si sia poi non solo arenato ma addirittura involuto, ma l’involuzione va avanti da troppo tempo per far pensare solo ad un appannamento. Forse è tutta la squadra che è cresciuta senza che lui sia riuscito a stare al passo.

  7. Mi dissocio dalla fucilazione in atto dell’albanese, dalla lapidazione del piccolo portoghese e dalle frustate ad albiol e reina. premetto che oggi mi hanno fatto bestemmiare alla grande, ma se ogni volta che uno fa un errore o anche sbaglia quasi completamente una partita, lo facessimo fuori assecondando i supercritici, ci ritroveremmo senza giocatori dopo 5 partite! Il cammino è lungo e tutti stanno dando il loro contributo (ma secondo voi sarebbe possibile avere una squadra che concede così poco e crea così tanto, avendo due terzini “inutili”?). Non si possono tirare conclusioni definitive su un giocatore sulla base di alcuni errori…un po’ di misura nei giudizi sarebbe d’obbligo, soprattutto verso ragazzi che stanno contribuendo alla grande alla causa di un Napoli super competitivo

  8. Diego della Vega 23 dicembre 2017, 21:46

    Dopo quello che gli ho augurato non so se Hisay arriva sano a Natale. Inguardabile e poco intelligente. Mi dispiace ma non lo reggo. Così come il suo dirimpettaio Rui che nel secondo tempo ha smesso di giocare anzi ha deciso proprio di andarsi a mangiare i rococò prima degli altri. Penoso. Reina ha confermato che è miope: non vede da lontano. Gli altri tutti bene, Allan mostruoso. Gallo non è stato Giampaolo a suicidarsi semplicemente il Napoli mantiene la linea così alta che KK e Albiol quando gli altri ripartono sono costantemente nel cerchio di centrocampo. Pressing impressionante e coordinato. Marek: grazie.

    • giancarlo percuoco 24 dicembre 2017, 9:17

      e pensare che Reina è stato il testimonial, se ricordo bene, dell’ottica Lama.

  9. Buon Natale a tutti, grande carattere oggi, Allan su tutti. Quello che si puo e si deve migliorare è i due terzini con hysaj scandaloso e rui moscio un portiere che sia affidabile sempre e qualche ricambio avanti, a gennaio urgono tre nuovi giocatori due davanti e un terzino ambidestro

  10. Grande partita da entrambe le parti, ho visto la migliore squadra finora venuta al San Paolo la Sampdoria, bene allenata, ottimo allenatore daltronde ha battuto quella la. Un Napoli come al solito superlativo per avere ragione di una ottima Sampdoria che ha un buon palleggio di squadra. Il Napoli merita di vincere il campionato per gioco e per applicazione. Lasciatemi dire ALLAN è un mostro.

  11. Per stasera non prevedo niente di buono; per quel che poco che ho visto la Rubén mi sembra in forma e la Roma mi sembra che possa difficilmente fare male perché in attacco la perdita di Salah pesa tanto.

  12. Luigi Ricciardi 23 dicembre 2017, 19:56

    Copio e incollo le parole di un commentatore piuttosto presente qui, dopo il pareggio con la Fiorentina:
    ” No,Massimiliano.La crisi è piena ed evidente.Il trend è ormai cambiato e questi 13 calciatori (moribondi) giocheranno le prossime quattro e le due di coppa italia.Con risultati non troppo dissimili dagli ultimi.Arriveremo alla sosta fuori dalla coppa e a sette otto punti dalla vetta.In pratica stagione finita al giro di boa, poi prendevano in giro il chiattone spagnolo che voleva arrivare vivo sulla spiaggia.” Dalla coppa Italia possiamo ancora uscire, ma dubito che saremo a 6-7 punti dalla vetta il 6 gennaio.
    Insomma, una previsione veramente azzeccata, complimenti. Quasi quasi gli chiedo un paio di numeri al lotto e come investire in borsa.
    Oggi bene quasi tutti, a parte Hysaj, molto legnoso, (che però ha giocato molto bene a sinistra alla fine) e i subentranti Diawara e Zielinski, che anche in 11 contro 11 hanno perso il controllo del centrocampo. Credo che la prima cosa buona Diawara l’abbia fatto conquistandosi un fallo al limite dell’area nostra al 44esimo della ripresa, facendo rimpiangere anche un Jorginho alla fine molto affaticato, dopo aver perso un paio di palloni pericolosissimi.
    Giudizio bifronte su Mario Rui che a mio avviso ha giocato una buona partita, sporcata però dall’espulsione, provocata, credo, dalla benzina finita, tant’è che si stava già riscaldando Maggio per sostituirlo. Prima però era stato più che sufficiente sia avanti che dietro.
    Qualcuno ha detto che ha giocato meglio Strinic di lui. Sarà, ma l’ho visto in difficoltà enorme con Callejon (in ritardo enorme un paio di volte sui tagli dall’esterno spagnolo, e saltato da fermo secco una volta nella ripresa) e soprattutto con Allan, che gli è passato davanti come e quando ha voluto: una volta l’ha placcato prendendosi il giallo, e una seconda lo ha quasi rifatto, accorgendosi poi di essere ammonito e lasciandolo andare.
    Bellissimi i gol per qualità del pressing, le scelte dei calciatori e gli automatismi mostrati, con la chicca del movimento di Hamsik sulla terza rete, che ha evitato il fuorigioco e ha toccato in maniera tale da far impennare il pallone ed evitare il portiere a terra.
    Ora andiamo a Crotone da primi, con l’Inter a cinque punti: non era scontato.
    Sempre forza Napoli.

    • Diego della Vega 23 dicembre 2017, 21:51

      Rui primo tempo discreto in copertura, nel secondo è rimasto negli spogliatoi. I terzini sono il nostro punto debole. Magari arrivasse Darmian. Ma è un sogno irrealizzabile credo.

      • Luigi Ricciardi 24 dicembre 2017, 10:08

        Sicuramente serve un terzino ambifascia, fosse anche come futuro sostituto di Maggio. Nomi non ne faccio, so che il Napoli ha limiti d’ingaggio, per cui mi affido alla sapienza di Giuntoli.

      • Servirebbe come il pane, anche in prospettiva del ritiro di Maggio. Titolari Goulam e Darmian, panchinaro Rui. E via husay a giugno

    • giancarlo percuoco 23 dicembre 2017, 21:53

      io di numeri al lotto gliene chiederei 87, così faccio un bel terno.

    • Diego della Vega 23 dicembre 2017, 22:15

      Chi è questo stratega del calcio autore di cotanta previsione? Uno scienziato ??

  13. Non voglio tirare la croce su nessuno…..ma visto le difficoltà del terzino destro non si potrebbe provare KIRIKES in quella posizione per vedere come va

  14. Dopo gli infortuni di milik e GHOULAM i ragazzi stanno facendo un impresa a rimanere lassù.
    Ora resistiamo ancora un pochino e speriamo che il mercato ci dia un po’ di ossigeno.
    Ora abbiamo 5 giorni per ricaricare le batterie!!!

  15. Luciana Calienno 23 dicembre 2017, 18:22

    Vedo che il passatempo popolare italiano “quanto è scemo l’allenatore”viene esteso anche alle squadre avversarie.Nemmeno in promozione ci si basa più sui lanci lunghi.La juve qua ha perso una marea di palloni in uscita,ma una volta le è andata bene e ha vinto.La Samp è la sesta squadra del campionato perchè sa uscire bene palleggiando.Una delle armi principali del Napoli è il pressing organizzato e oggi è stato perfetto.

    • giancarlo percuoco 23 dicembre 2017, 19:06

      se gli dici che il presidente è un taccagno ti rispondono, giustamente, che con le potenzialità che ha non può fare di più di quello che fa.
      però negli altri campi il giochino non funziona.
      Giampaolo frigge il pesce con l’acqua ed ha impostato una squadra che, nonostante non sia attrezzata per vincere qualcosa, offre un gioco che fa divertire il proprio pubblico.
      purtroppo Gallo ha un’idea del calcio “juventina”.

      • Personalmente infatti la Samp è l’unica altra squadra italiana di cui mi divertono le partite, giocano a calcio, come ha fatto notare anche Sarri. Quasi quasi mi piacerebbe vedere Giampaolo in Nazionale, a guidarne la nuova generazione

  16. Tutto è bene ciò che finisce bene, ma non sempre ci potrà andar ancora bene con due terzini come hysaj e Mario Rui, veramente scarsi nella fase difensiva.

    • dino ricciardi 23 dicembre 2017, 18:29

      Mario Rui scarso in fase difensiva?
      Praticamente non ha concesso ne sbagliato niente.
      Ingenuo solo su quella scivolata che poteva evitare.
      Impeccabile.

      • felice d'amora 23 dicembre 2017, 19:06

        forse hai hai visto un’altra partita, senza dover marcare un’ala di ruolo è sempre stato in difficoltà, e addirittura è riuscito a farsi ammonire 2 volte lasciando il Napoli quasi 20 minuti in 10 con una partita ancora aperta. Penso che sia il peggior terzino degli ultimi 12 anni

        • Ramirez oggi era in palla, ma lui è riuscito a chiudere quasi sempre bene Hysaj no…

        • dino ricciardi 23 dicembre 2017, 21:41

          Esatto,effettivamente vediamo il calcio in modo differente.
          Anche Insigne ha visto un altra partita,sono in buona compagnia.
          Capita.

        • Enrico Pessina 23 dicembre 2017, 22:50

          E se avessi visto tu un’altra partita?

      • Hysaj oggi davvero disastroso per tutti i 90′ e Rui non all’altezza nè tecnicamente nel giro palla nè in fase di spinta, appena sufficiente in copertura. Purtroppo queste sono le notissime carenze della nostra rosa insieme al portiere, e speriamo si ponga rimedio.
        Per il resto gran prova di carattere, Allan e KK mostruosi, Mertens e Insigne che Dio ce li conservi a lungo.

      • Infatti. Siamo troppo condizionati dall’espulsione. Molto peggio l’albanese.

      • Mario Rui e Husay non sono all’altezza del resto della squadra

    • Concordo rui e hysaj e parzialmente reina punti deboli a gennaio un terzino ambidestro un esterno d attacco e una punta e via ohnas giak

    • Diego della Vega 23 dicembre 2017, 21:47

      Penosi

  17. confy1926 fnsempre 23 dicembre 2017, 18:02

    Con tutta la stima per Reina ma troviamo presto un portiere affidabile.

  18. L’analisi è giusta, ma anche noi abbiamo regalato 2 goal, grazie a Reina e Hysaj e Albiol, su quest’ultimo continuo a dire che secondo me non merita di giocare titolare, anche Rui è di basso livello, e speriamo che Jorginho si riprenda presto, non regge i ritmi il ragazzo, oggi dopo 30 minuti aveva bisogno della bombola d’ossigeno

    • Diego della Vega 23 dicembre 2017, 21:54

      Albiol è il nostro regista difensivo, chi dovrebbe giocare titolare al suo posto? Non vedo Sergio Ramos in panchina.

  19. giancarlo percuoco 23 dicembre 2017, 17:49

    comunque i due terzini del Napoli sono veramente un problema. Mario Rui forse ha maggior qualità, ma Hysai è veramente un pericolo. penso che sia da prendere più un destro come terzino, e con una certa urgenza pure.

    • purtroppo i terzini dell’empoli di Sarri già li abbiamo presi tutti per cui, rassegnati

    • Rui per me come rincalzo di un Ghoulam sano e titolare va anche bene. Anche Hisayj, se fosse il panchinaro di qualcuno andrebbe pure bene.

      • giancarlo percuoco 23 dicembre 2017, 20:01

        sono d’accordo. io prenderei un destro. quando Rui deve riposare lo sostituisce Hysaj.

      • dino ricciardi 24 dicembre 2017, 10:00

        Sono d’accordo.
        Rui come rincalzo va bene,mi preoccupa solo che ancora non ha i 90 minuti.
        Spero che sia solo un problema di tempo e che non ci sia altro a livello fisico.
        L’albanese invece dovrebbe e doveva essere il panchinaro di uno piu forte già da giugno.

    • Luciana Calienno 23 dicembre 2017, 20:04

      Servivano già a giugno scorso insieme al portiere.Lo disse tutto il mondo per tre mesi che serviva un portiere e un terzino prestante ,ma adl ci ricorda che “acquista solo con intelligenza”.

    • Diego della Vega 23 dicembre 2017, 21:55

      Concordo. Siamo davvero deboli in quella zona.

  20. Però la punizione non era sul suo pale (di Reina), ma su quello della barriera, troppo piccola tra l’altro

  21. Seee, mo ce la ha regalata giampy! La samp se l’è giocata, anche con qualità e ce la siamo dovuta sudare altro che chiacchiere

  22. Grande Napoli! Buon Natale a tutti!!!

  23. Il passaggio a insigne è di Mertens.
    Ottimo Napoli nel primo tempo, nel secondo secondo me è stato più un calo fisico che una scelta di gioco più riflessivo.
    La pausa ci farà bene

  24. E invece è proprio il gioco di Giampaolo e Sarri che ci ha regalato une bellissima partita, dove il Napoli è stato nettamente superiore alla Sampdoria, ma che non ha per nulla demeritato ed è stata anzi spessissimo pericolosa. Grazie anche a Mario Rui, che per farci dimenticare spirito natalizio e farci digerire le abboffate, si è fatto espellere regalandoci quasi 20 minuti di panico.

    • Mario Rui ha fatto un’ottima partita, espulsione a parte, che mi è sembrata un po’ affrettata visto il metro di giudizio usato dall’arbitro, molto “all”inglese”.
      Piuttosto Hysaj è quello che ci è costato quasi la partita, con errori ridicoli, giocatore assolutamente non da Napoli, io preferisco Maggio a lui.

      • giancarlo percuoco 23 dicembre 2017, 19:00

        Hysaj è stato un incubo. da ogni pallone che toccava poteva nascere una minaccia.
        è su questa fascia che si deve investire.

      • Sì ma Rui per me sta giocando bene, anche se ci arriva col fiato corto ai 90 minuti. La seconda ammonizione era evitabile sia da lui che dall’arbitro. Concordo su Hisayj e Maggio. Vorrei tanto però che babbo Natale mi portasse un terzino destro titolare.

      • Diego della Vega 24 dicembre 2017, 19:25

        Rui ottima partita??? Nel secondo tempo inguardabile oltre a un’espulsione che equivale quasi al fallo da rigore di Hisay. Non ha nemmeno 50 minuti nelle gambe purtroppo

Comments are closed.