Crotone-Napoli 0-1, il gol di Hamsik vale il titolo d’Inverno

Assist di Allan, diagonale dello slovacco, Napoli che gira al primo posto con 48 punti. Prestazione non brillantissima, appuntamento al 2018.

Crotone-Napoli 0-1, il gol di Hamsik vale il titolo d’Inverno

Crotone-Napoli 0-1, Hamsik al 17esimo vale il titolo di campione d’Inverno. Juventus a -4 in attesa del match di domani a Verona.

Primo tempo

Il Napoli prende possesso del campo nel giro di pochi minuti, in modo da soffocare praticamente subito l’aggressività del Crotone. Zenga manifesta la volontà di giocarsela uomo contro uomo, ma questa intenzione resta nel cassetto del dominio dei Sarri boys, che con la regia di Hamsik e Jorginho prendono controllo del centrocampo e schiacciano dietro gli avversari. Nasce così il gol del vantaggio, firmato (ancora) da Hamsik. È il terzo consecutivo, il 117esimo in maglia azzurra. Al 17esimo minuto, del numero 17. Una bella serie di suggestioni. Da sottolineare la splendida giocata di Allan, che indovina un corridoio fantastico, un assist da favola dopo una finta geniale.

Da qui il Napoli decide di interpretare una partita di controllo assoluto, di rischi zero in fase difensiva. L’atteggiamento contenitivo del Crotone agevola questo piano partita, il primo tempo scorre via senza grosse emozioni. C’è una grande chance per Insigne, che spara di prima dopo un velo di Callejon. Cordaz è bravissimo nel riflesso. Il primo tempo si esaurisce qui, la ripresa sarà un’altra partita. Molto meno bella da vedere, da descrivere.

La ripresa

Il Napoli rientra male in campo, nel senso che il Crotone alza il ritmo e il Napoli non riesce a recepire bene la nuova situazione. La squadra di Zenga crea i presupposti per un paio di occasioni potenziali, poi Stoian taglia tutto il campo e tenta il diagonale. Palla fuori di poco, un segnale per una ripresa meno tranquilla rispetto al primo tempo. Altra occasione per il Crotone, lancio sballato di Reina e tiro immediato di Trotta. Risposta a una mano di Reina, a questo punto il Napoli si sveglia. Il trillo è di Insigne, che con un bellissimo tiro a giro coglie la traversa, sulla ribattuta di Callejon è attento Cordaz. Poi i cambi: Zielinski per Insigne, Diawara per Jorginho, Rog per Mertens (davvero deludente).

Nel finale, ultimo brivido: Maggio e Ceccherini si toccano in area di rigore, Mariani è perentorio nell’indicare fallo in attacco. Sono 99 punti nell’anno solare per il Napoli, zero sconfitte in trasferta, 23 risultati utili consecutivi lontani dal San Paolo (in campionato). Ultima suggestione legata ad Hamsik. Il suo è l’ultimo gol dell’anno 2017. Va bene così, la corsa continua, anche con un Napoli non brillantissimo.

ilnapolista © riproduzione riservata