La retromarcia di Ventura: Insigne fuori, spazio al 3-5-2 (con Jorginho e Gabbiadini)

Modulo duttile, con scivolamenti che potrebbero riproporre il 4-2-4: Florenzi interno con Parolo e Jorgi, Candreva e Darmian esterni; Immobile con Manolo.

La retromarcia di Ventura: Insigne fuori, spazio al 3-5-2 (con Jorginho e Gabbiadini)

Probabile formazione

Italia-Svezia, ci siamo. La partita decisiva, quella che è andata senza ritorno, è arrivata. E Ventura sembra volerla giocare con una squadra a due facce. Diversa rispetto alle ipotesi di ieri. Nel senso: sorprendente eppure non lontana dal volere dei senatori, con qualche novità inattesa eppure non distante da sé stessa. Il compromesso, ancora una volta, tra il passato, il presente e il futuro.

Quindi: 3-5-2 con la Bbc in difesa; poi Jorginho, Florenzi e Parolo interni di centrocampo. E ancora due punte, solo che stavolta sembrano meglio assortite: accanto a Immobile, ecco addirittura Manolo Gabbiadini. Secondo la ricostruzione della Gazzetta, è uno schema ibrido che può trasformarsi facilmente in 4-2-4. Nel modo che leggiamo sotto, attraverso la grafica.

Immagini tratte da La Gazzetta dello Sport

Le indiscrezioni della rosea sono confermate anche da Corsera Repubblica. Questa la lettura di Mirko Graziano: «Gian Piero Ventura punta sulla duttilità, ma come sistema base sembra intenzionato a non mollare il 3­-5-­2. D’altronde, una piccola indicazione in questo senso era arrivata da Buffon durante la conferenza stampa di ieri pomeriggio: «Non ha senso giocare all’arma bianca, l’1­0 è sicuramente un brutto risultato, però ci permette di impostare una gara lucida e attenta, pensando inizialmente a non subire gol…»».

Insomma, il sistema tattico e concettuale di riferimento non dovrebbe cambiare. La formazione ipotizzata garantisce “scivolamenti” tattici più veloci, almeno questo. Ma rinuncia ancora a Lorenzo Insigne. Di questo parleremo in un pezzo apposito, tra poco. Perché, ovviamente, questa scelta farà discutere. Anzi, ha già fatto discutere.

Napolista ilnapolista © riproduzione riservata
  • quqquacha

    Rispetto alla galleria degli orrori a cui ci ha abituati direi che può essere addirittura una buona idea questa formazione (al netto della fissa per il doppio centravanti, inutile e dannoso, ma abbiamo capito che da quella soluzione non prescinde neanche sotto tortura). Devo ammettere che la soluzione a centrocampo non è poi così malvagia come potrebbe sembrare. Un “geometra”, un uomo di grande corsa come Florenzi, un incontrista con buon senso dell’inserimento. Di certo non i compagni ideali per Jorgi ma comunque ottimi per un gioco verticale in transizione rapida come dovrebbe essere. Considerando che troveremo grande pressing (a cui J. è abituatissimo) ma non certo marcature a uomo o raddoppi, dovrebbe essere pienamente a suo agio. Florenzi si spende benissimo anche in interdizione (anche J. è cresciuto ma di certo in questo fondamentale è estremamente meno efficace di De Rossi) equilibrando così il reparto. Come detto alla fine dei conti, sebbene ho sempre tifato italia, dell’esito della sfida di stasera me ne frega poco, quasi auspico la sconfitta per chiudere il ciclo dei senatori delle cause perse e di Ventura. Però diciamo che delle mille porcherie senza capo né coda che ha saputo inventarsi in questo biennio, questa formazione potrebbe addirittura essere un’idea discreta.

    • Frédéric Moreau

      Mi auguro solo che Jorginho entrando in campo stasera non perda la sua unica occasione di andare ai mondiali.

      • quqquacha

        è uno dei pochi motivi che ancora mi frena dal tifare in maniera assoluta per la Svezia.

    • Luigi Ricciardi

      Infatti sembra quasi che i giocatori siano al loro posto: perche’ ci si arrivi all’ultima partita, pero’, e’ il piccolo mistero.

      • quqquacha

        Anche un orologio rotto segna l’ora esatta due volte al giorno 😀

    • Venio Vanni

      Ventura apprezzerà sicuramente il tuo gradimento… :))))

    • Dario

      secondo me è in confusione totale, accentuata dal fatto che ormai, quando anche ritenesse giusto orientarsi verso un 4-3-3 più coerente con le indicazioni del campionato e gli interpreti a disposizione, sa che non può presentarsi alla partita più importante della sua gestione con una soluzione mai neanche provata prima…quindi azzarda cose per cambiare senza cambiare e che comunque sono in totale contrasto con quanto affermato fin ora (anche ieri in conferenza stampa, dove ha ribadito che su giorgy non ha minimamente cambiato idea…e quindi????)

      • quqquacha

        Che non sappia che pesci prendere è conclamato tanto quanto lo il suo essere assolutamente inadeguato. Infatti il moderato e contenuto apprezzamento che è espresso è da considerarsi sempre e comunque in relazione alla sua totale insipienza eh, non in senso assoluto 😉

      • Il Boemo

        In realtà l’Italia non è adatta per il 4-3-3, è un gioco troppo rapido e geometrico, avrebbe dovuto fare sin dall’inizio un 4-3-1-2 molto verticale e o un 4-2-3-1 mix tra fisicità e tecnica con Insigne prestato al ruolo di 3/4ista (che tanto come esterno senza i movimenti senza palla tipici delle squadre che prediligono il 4-3-3 è inutile). Se dovesse andare via Ventura quasi sicuramente verrà Ancelotti che proporrà il 4321, ma parliamo di un altro allenatore che sebbene di caratura diverse volte superiore a Ventura è in parabola discendente, ma avrebbe dalla sua che è bravo a fare il gestore. Certo i senatori non ce li toglieremmo dalle scatole con l’ex milanista, troppo legato anche lui alla politica del calcio italiano.

        • quqquacha

          Partiamo dal fatto che nutro seri dubbi che la panchina vada ad Ancelotti. Credo che voglia ancora provarci in qualche club (e in più temo che l’ingaggio sia eccessivo per le capacità di spesa della FIGC). Ma se davvero toccasse a lui, gli toccherebbe scegliere tra senatori e il suo caro albero di natale, le due cose non sono conciliabili. Comunque per fortuna almeno tre di loro sono a fine ciclo e uno ci si approssima (Buffon, Barzagli, e De Rossi sono troppo anziani per poter pensare ragionevolmente di rientrare in un nuovo progetto tecnico. Chiellini è su quella strada). Comunque, per ora sono solo chiacchiere tra noi. Fra 24 ore avremo idee molto più chiare (da più parti si dice – non so su quali basi – che Ventura sia intenzionato a lasciare stasera anche in caso di qualificazione. Ci credo poco ma ci spero tantissimo)

  • Il Boemo

    Non hai né il ct (e né credolo sarà il prossimo) né la mentalità per fare il 433 in nazionale, in nazionale se non sei la Spagna o l’Olanda di Crujff meglio cercare gli equilibri, secondo me l’Italia è molto adatta ad un 4231 o al massimo un 4-3-1-2 se si vuole puntare su Jorginho centrale nel prossimo ciclo della nazionale, con a fianco due mezzali con i polmoni e un 3/4 ista.

    • Dario

      e secondo te è più facile equilibrare un 4312 che un 433? secondo me no