Ora possiamo chiedercelo anche noi: perché Insigne non ha giocato nemmeno un minuto?

Dal mondo rimbalzano gli interrogativi sul mancato utilizzo di Insigne. Anche noi poniamo il quesito, anche perché non troviamo la ratio agli altri cambi di Ventura.

Ora possiamo chiedercelo anche noi: perché Insigne non ha giocato nemmeno un minuto?

Il Guardian

In realtà basterebbe leggere l’articolo del Guardian, firmato da Paolo Bandini, per parlare del caso-Insigne. Riportiamo le paole esatte del prestigioso quotidiano britannico, che racconta il mancato ingresso di Lorenzo e la discussione di De Rossi sul suo riscaldamento:

Le parole del centrocampista della Roma. sono state accompagnate da un gesto in direzione di Lorenzo Insigne. De Rossi avrebbe poi spiegato che secondo l’Italia aveva bisogno di calciatori d’attacco in quel momento. E che, proprio in questo senso, Ventura non poteva trascurare Insigne.

L’esterno del Napoli è nel pieno della sua carriera, ha segnato 18 gol in campionato la scorsa stagione e ha quasi raggiunto la doppia cifra anche per gli assist. Se è l’unico italiano ad essere valutato più di 100 milioni dal Cies, un motivo ci sarà. Tuttavia ha partecipato allo spareggio per un breve cameo nella partita d’andata a Solna. Coloro che hanno seguito la carriera di Ventura potrebbero anche non essere sorpresi. Il ct è stato straordinariamente rigido nel suo processo di selezione e nello sviluppo tattico della sua squadra. Per Insigne non c’era spazio nel 3-5-2. Nonostante tutto.

Le sostituzioni senza senso

Questo è il discorso iniziale, visto da un cronista estero. Basterebbe per il quadro generale, ma non per quello particolare della partita di ieri. Nel senso: anche noi del Napolista ci siamo detti (abbiamo scrittoquasi d’accordo con Ventura per quanto riguarda Insigne. L’idea era quella di giocare in un certo modo e con certi uomini. E Insigne c’entrava poco, con questa idea.

Però, poi, abbiamo visto i cambi di ieri sera. Passi per El Shaarawy, poi ecco Belotti e Bernardeschi. Scelte inspiegabili, senza senso. Perché un secondo centravanti non ha fatto altro che alzare gli uomini in area da servire con i palloni alti. Ovvero, il modo perfetto per rendere la vita facile alla difesa della Svezia. E perché Bernardeschi, schierato come ieri sera, non ha senso.

Spieghiamola, questa: il fantasista della Juventus è entrato con Chiellini, Bonucci e Barzagli ancora in campo. E già questo è un po’ strano per una squadra alla disperata ricerca di un gol. E poi è subentrato a Candreva. Allora la prima idea, quella ragionevole, è che Bernardeschi fosse entrato al posto dell’interista, e dalla destra potesse crossare col suo piede sinistro. Un modo per variare traiettorie ed effetti del pallone in area. Invece, Bernardeschi ha agito sul centrosinistra del centrocampo a cinque, accanto (pestando i piedi) ad El Shaarawy, con Florenzi largo a destra. Uno schieramento privo di ogni logica.

E Insigne?

Qui entra in gioco Lorenzo. Invece che Belotti e Bernardeschi, perché non un calciatore che:

  • Ha un piede ispirato, ideale per trasformare un calcio di punizione dal limite
  • Riesce a puntare e saltare l’uomo
  • Possiede il controllo nello stretto adatto, soprattutto in un finale di partita, per mettere in difficoltà una squadra alta e forte fisicamente.

Ci sarebbero anche altri punti, ma non è questo il punto – perdonateci il gioco di parole. Invece che ingolfare l’area con Belotti e inserire Bernardeschi in un ruolo non suo, perché Ventura non ha pensato ad Insigne? Anche in un ruolo non suo, pure lui, ma non era questo il punto. È la ratio degli altri cambi ad esserci sfuggito rispetto alla possibile iniezione di tecnica di Insigne. A Solna non ha funzionato, vero. Ma anche lì Insigne ha dovuto interpretare le stesse richieste fatte ieri a Bernardeschi. Era un cambio senza senso pure quello. E tra due scelte senza senso, sinceramente, meglio Insigne dell’ex 10 della Fiorentina. Senza partigianeria, senza esagerare. Lo dice il Cies. Lo dice Paolo Bandini. E lo dice il buon senso. Lo dicono tutti, tranne Ventura.

Napolista ilnapolista © riproduzione riservata
  • Francesco Sisto

    Meglio cosi`, almeno non potranno prendersela con lui, perche cosi` andava a finire.

  • ma_r_x

    perché Insigne non ha giocato nemmeno un minuto? Visto che non può trattarsi di una questione tecnica, possiamo dedurre che si tratti di una questione “comportamentale”. Forse Ventura non ha gradito l’essere “sputtanato” in mondovisione quando Insigne ha pubblicamente criticato, con il suo gesto al compagno di squadra, il non aver condiviso la scelta del CT di schierarlo come interno di centrocampo. Del resto, lo stesso Conte l’ha sempre messo in panchina e fatto giocare scampoli di partita, sempre per questioni “comportamentali”. Sotto questo profilo, ho l’impressione che il ragazzo debba crescere.

    • Luigi Ricciardi

      Veramente Insigne non ha sputtanato niente: un compagno gli ha chiesto se dovesse giocare proprio li’ e Insigne lo ha confermato: nessuna critica, ma una normale dinamica di campo.
      Non credo che Insigne abbia mai detto o fatto niente contro Ventura, ne’ ieri ne’ altre volte. Ventura avra’ avuto i suoi motivi: sbagliati.

    • Il Boemo

      Mah a me sembra che in nazionale si sia comportato sempre in modo esemplare e Conte colpì Insigne, che non c’entrava niente, sulla questione dell’infortunio per colpire anche gli altri, un po’ alla Mao Tse Tung.

    • Dario

      – a Lore’ ma ‘ndo caxxo vai?
      – al centro
      – al centrooooooo????!!!!
      – si, al centro
      dove sarebbe la critica? che poi la lettura di questo labiale abbia spuxxanato Ventura e la sua totale confusione mentale questo è un altro discorso, su cui le responsabilità di Insigne semplicemente non esistono. Come anche con Conte, le questioni comportamentali riguardavano un suo infortunio per il quale d’accordo con lo staff medico, lasciò il ritiro e questo evidentemente Conte lo giudicò più come una scusa che altro…guarda, sotto questo profilo forse i margini di miglioramento li può avere se impara ad evitare di dispensare “a’buxxhin e mammt” a destra e manca, ma per il resto (e scherzi a parte) volergli addossare una minima responsabilità di quanto accaduto con il rincitrullito mi pare totalmente fuori luogo

    • artemisia

      questa te la sei inventata al momento o ce l’avevi nel cassetto?

    • Marazola

      Ma x piacere ma sveglia mancini e zola o montella in nazionale nn considerati manda insigne alla juve e diventa inamovibile piuttosto mette bernardeschi che a torino fa la muffa in panca ma dai…

    • Marazola

      Forse è peggio de rossi che si incavola e dice metti insigne e nn me, ventura bruciato non allenera piu la nazionale si costruisce sui migliori non sulla bbc e buffon per fare loro un piacere giocare a tre siamo seri

  • Il Boemo

    Secondo me l’ingresso al posto di Verratti è stato il pomo della discordia, Insigne con Conte aveva meno spazio che Ventura, ma lì aveva un senso. Più che insigne però potrebbero essere i suoi compagni ad aver fatto presente al ct l’assurdità di quella mossa.

  • Luciana Calienno

    Ammesso e non concesso che fosse incompatibile con i vari moduli,in una partita come quella di ieri lo avrei almeno messo seconda punta invece di Gabbiadini.

  • Lucio

    Alcune riflessioni su Ventura….
    Da dove gli viene quella sicumera che lo ha portato a schernire un po tutti gli avversari e che lo rendeva sicuro dal primo momento di qualificarsi per il mondiale ?
    Forse pensava che siccome non accadeva da 60 anni, non sarebbe mai accaduto?
    Gli svedesi sono stati trattati come dei paria, infondendo in loro,una forza e uno spirito che non gli riconoscevamo.
    I freddi svedesi sono diventati italiani ca cazzimm.
    Ancche peer questo Ventura è stato di gran lunga il peggiore allenatore che l’Italia abbia mai avuto, lui e il suo maledetto 4-2-4, che assomiglia molto al 5-5-5 di Oronzo Cana’

  • Marazola

    Pagina tristissima per il calcio italiano ma anche per l Italia in generale; un mondiale senza l Italia era accaduto una volta sola in 60 anni, la squadra c’era non mi si venga a dire di no, con giocatori peggiori Conte fece meglio ( credo che Pellè sia stato il peggiore centravanti della storia della nazionale) grazie alla grinta al carattere alla competenza. Le colpe sono della federazione in primis, malamente rappresentata da Tavecchio, dalla filosofia italiana (quella del tutto e subito) e dal troppo servilismo verso certi veterani. Innanzitutto non vale la teoria dei troppi stranieri, se è vero come è vero che la Germania è risorta senza porvi limite, la seconda teoria fasulla è che non ci siano giocatori forti e giovani che siano protagonisti in squadre di vertice, due esempi: Insigne e Jorginho entrambi inamovibili in una squadra di vertice e mai e mal impiegati in nazionale; Jorginho ieri ha dimostrato di essere il migliore in campo, per due anni è stato snobbato, Insigne non è certo Baggio ma nel Napoli (mica nella Spal) è uno dei protagonisti e anche i suoi compagni ne hanno chiesto l’impiego (leggi alla voce De Rossi); mai come ora ci sono talenti sugli esterni (florenzi el shaarawy berardi bernardeschi insigne chiesa ) e in mediana (jorginho verratti gagliardini di francesco pellegrini) anche in difesa ci sono molti giocatori al pari di barzagli e chiellini o bonucci (romagnoli rugani caldara acerbi etc) e lo stesso Buffon ha fatto il suo tempo (possibile che tra Donnarumma Perin e compagnia non ci sia un portiere valido?) dobbiamo vedere i cross di candreva tutta la vita avendo zappacosta ad esempio che gioca bene nel chelsea e sa crossare ? La verità è che questi giocatori andavano fatti giocare già da qualificazioni, nelle partite facili non nello spareggio decisivo e che i veterani dal 2006 non solo non hanno vinto ma sono stati eliminati due volte ai mondiali nel girone da slovaccia e nuova zelanda e poi l’onta di ieri, avrebbero fatto peggio i giovani? Non credo e almeno avrebbero fatto esperienza… e poi da quando mondo è mondo una qualsiasi squadra deve costruirsi intorno ai talenti adattando a loro il modulo e soprattutto il modo di giocare, possibile che l italia gioco con un modulo e in una maniera ormai superati per favorire Bonucci Barzagli e Chiellini? Avete mai visto il Brasile costruire il suo modulo attorno a Oscar o Luizinho anziche Zico o Socrates? L Argentina ha vinto un mondiale senza Passarella (difensore che voleva fare il capo) al quale è stato preferito giustamente il clan Maradona, l Olanda era l Olanda di Cruijff mica di Krol (uno dei liberi piu forti di sempre)… in ogni squadra esistono giocatori e ruoli diversi e non è possibile che per favorire uno stopper si escludano quelli di talento (spendo anche il nome di Balotelli che in nazionale ha sempre fatto bene e non ha mai creato problemi ma anche lui è inviso ai senatori). L unico che ha lasciato da vincente alla fine è stato Totti , gli altri “reduci” del 2006 hanno indelebilmente macchiato la loro carriera azzurra. Infine i giocatori milionari egoisti e con poca voglia di giocare ma tanta di guadagnare (bernardeschi nell anno del mondiale va a fare panchina alla juve anziche rimanere a giocare a firenze, il croato strinic va via dal napoli alla sampdoria a guadagnare meno per non perdersi i mondiali)…buona estate a tutti e buon mondiale e meno male che l Italia non ci sarà, forse per risalire serve toccare il fondo …