Insigne: «Ringrazio De Rossi, nessuna polemica con Ventura»

Lorenzo Insigne intervistato dal Mattino: «Per l’Italia avrei giocato anche come portiere, meno male arrivino subito Milan e Shakhtar».

Insigne: «Ringrazio De Rossi, nessuna polemica con Ventura»

L’intervista al Mattino

Giovedì, due giorni al campionato e il Napoli torna protagonista nella narrazione dei giornali. Anche se gli strali del disastro sportivo della Nazionale sono ancora palpabili, anzi ben visibili. L’intervista di Lorenzo Insigne al Mattino si apre proprio con il racconto sulla Nazionale: «Il mio sincero dispiacere è non partecipare ai Mondiali, soltanto e fortemente quello. Perché io dal primo giorno so quali sono le regole della Nazionale: non è importante chi gioca e le decisioni vanno sempre accettate. L’ho fatto anche quando sono stato utilizzato per un minuto».

La discussione sul ruolo nei 15′ di Solna: «Io per la Nazionale avrei fatto anche il portiere perché questa è una maglia che deve essere rispettata senza discussioni. L’allenatore ha fatto altre scelte,
riteneva che fossero quelli i giocatori giusti per portarci ai Mondiali. Nessuna polemica: questa maglia è un simbolo e io voglio indossarla ancora a lungo».

I senatori che volevano Insigne in campo (in realtà Lorenzo parla solo di De Rossi: «Ho ringraziato Daniele perché ha fatto un grande gesto, da vero leader che vuole aiutare la squadra. Sarei stato orgoglioso di andare in campo. Meritavamo il posto al Mondiale perché sono convinto che in Russia avremmo fatto una buona figura. Siamo una squadra di spessore, in cui ognuno ha fiducia nel compagno».

Il Napoli

Dopo, si inizia a parlare di Napoli. Insigne parla dei prossimi due match contro Milan e Shakhtar: «Meno male che ci sono queste due partite. Saranno d’aiuto per tornare forte, mentalmente e fisicamente. Giochiamo due volte a distanza di pochi giorni, la gente ci darà la spinta giusta come capitato già altre volte».

Mancherà ancora Ghoulam, compagno di Insigne nella costruzione del gioco a sinistra. In realtà la sua assenza si protrarrà nel tempo: «Un grande giocatore, però Hysaj e Mario Rui possono dare un ottimo contributo. Non dobbiamo piangerci addosso, andiamo avanti e aspettiamo il momento del rientro di Ghoulam. Che tornerà alla grande».

ilnapolista © riproduzione riservata