De Laurentiis: «Inutile convocare Insigne per farlo star fuori o per schierarlo fuori ruolo»

Aurelio De Laurentiis intervistato da Sky all’indomani dell’eliminazione dell’Italia dal Mondiale: «Mi auguro ci sia un cambio netto nel mondo del calcio».

De Laurentiis: «Inutile convocare Insigne per farlo star fuori o per schierarlo fuori ruolo»

L’intervista a Sky (un’anteprima)

Le prime parole di Aurelio De Laurentiis dopo l’eliminazione dell’Italia dal Mondiale. Le ha raccolte Sky, sono il primo frammento di un’intervista che il presidente del Napoli ha rilasciato all’emittente satellitare: «È inutile convocare Insigne per poi per farlo star fuori o per schierarlo fuori ruolo. In questo modo si crea anche un danno economico alle società: i gioielli del Napoli, ma anche delle altre, poi non appaiono come dovrebbero apparire. Diventa una vetrina negativa anziché espositiva. Si può pensare che i nostri calciatori valgano meno rispetto alle loro qualità effettivo. Mi auguro ci sia un cambio netto nel mondo del calcio».

De Laurentiis su Tavecchio: «La prima cosa che farei al posto di Tavecchio sarebbe quella di dimettermi per non fare la figura dello stupido. Però non solo che deve dimettersi: anche Uva dovrebbe farlo. Pure il Coni ha delle responsabilità. Non si arriva da Conte a Ventura, se non sei in grado di mantenere il primo forse hanno addirittura sbagliato a prenderlo. Una mia idea per la panchina azzurra? Un giovane di 35 anni».

Napolista ilnapolista © riproduzione riservata
  • Ermanno

    Non critico ADL (ormai lo conosciamo, è un manager e pensa prevalentemente ai soldi) bensì constato che per lui la nazionale è una vetrina per i suoi gioielli. E poi vogliamo risanare il movimento.