Napoli Film Festival: l’anteprima di Ferrante Fever e tanto cinema made in Naples

Sette giorni a tutto cinema con 128 proiezioni, 5 concorsi, retrospettive e incontri con gli studenti all’Hart, Institut Français e Instituto Cervantes

Napoli Film Festival: l’anteprima di Ferrante Fever e tanto cinema made in Naples

Un programma ricco per la 19esima edizione del Napoli Film Festival, la rassegna di cinema partenopeo, diretta da Mario Violini che partirà il prossimo 25 settembre.  Nuovo quartier generale della manifestazione sarà il Cinema Hart  per le sezioni corti, doc e scuola di Schermo Napoli che raccontano la città,  con proiezioni ed eventi anche al vicino Institut Français Napoli e all’Instituto Cervantes (Via Nazario Sauro, 23).

Tra gli appuntamenti serali al Cinema Hart l’anteprima nazionale di Ferrante Fever, il documentario dedicato al mistero di Elena Ferrante, l’autrice della quadrilogia L’Amica Geniale che ha conquistato il mondo  e l’anteprima napoletana di Hans Werner Henze – La musica, l’amicizia, il gioco, il documentario di Nina di Majo su uno dei più grandi compositori del XX secolo e la sua fuga negli anni ’50 tra Napoli e Ischia.

Ferrante Fever al Napoli Film Festival

Per gli appuntamenti di “Parole di Cinema”, la sezione mattutina dedicata agli studenti degli istituti superiori napoletani, dopo il successo di critica e pubblico del cartoon Gatta Cenerentola, i registi Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone.

Gatta Cenerentola al Napoli Film Festival

“Lezioni” anche con il costumista Mariano Tufano (25 settembre) e i registi Enrico Morabito (27 settembre), Edoardo De Angelis (28 settembre), Francesco Patierno (30 settembre) che porterà in sala Naples ’44.

 

Naples '44 al Napoli Film Festival

La locandina di “Naples 44”

Retrospettive dedicate all’attore e regista francese Mathieu Amalric e allo spagnolo Raul Are’valo, oltre che alla coppia Castellitto/Mazzantini e al regista Edoardo De Angelis.

Tra le anteprime anche Nello Mascia e Francesco Paolantoni presenteranno il corto “A’ livella di Totò”, dedicato alla celebre poesia.

Cinque i concorsi che si snoderanno per l’arco dei 7 giorni di proiezioni: Europa/Mediterraneo che presenta sei film europei provenienti per lo più da nazioni cinematograficamente ‘poco visibili’ in Italia, Nuovo Cinema Italia con cinque lungometraggi non ancora distribuiti nel circuito commerciale e i tre dedicati Napoli.

Schermo Napoli Corti vede in concorsi 37 titoli tra cui spicca MalaMènti di Francesco Di Leva presentato alla Settimana Internazionale della Critica della 74a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Mariano Rigillo ed Ernesto Mahieux nel corto La Barba di Alfredo Mazzara, Leo Gullotta in Lettere a mia figlia di Giuseppe Alessio Nuzzo, e Maria Grazia Cucinotta in Timballo di Maurizio Forcella. La giuria sarà composta dai giornalisti Alessandro Chetta e Ilaria Urbani e dal co-fondatore dei The Jackal Alfredo Felco.

Schermo Napoli Doc che vedrà in giuria il giornalista Stefano Amadio, il regista Mario Martone (Napoli 24, Lucciole per lanterne, Dert) e il musicista e produttore Davide Mastropaolo.

Schermo Napoli Scuole con 33 opere provenienti dalle scuole della Campania.

Rinnovato l’appuntamento con Ciak sul lungomare che quest’anno propone una passeggiata “Sul set delle Quattro Giornate”. Sabato 30 settembre (ore 17, Piazza Mazzini) Campania Movietour e la Cooperativa SIRE vi condurranno in alcune location del capolavoro di Nanni Loy del 1962, Le quattro Giornate di Napoli, del quale si ripercorrerà la genesi produttiva.

 

Qui il programma completo

 

ilnapolista © riproduzione riservata