Solo Messi, Suarez e Neymar segnano più gol dei quattro moschettieri del Napoli

Messi, Suarez e Neymar hanno segnato 79 gol in tre, Mertens, Insigne, Callejon e Hamsik si fermano a 72. Come il Napoli e il Barça, solo il Tottenham.

Solo Messi, Suarez e Neymar segnano più gol dei quattro moschettieri del Napoli

Il confronto con gli altri campionati

Mertens, Insigne, Callejon e Hamsik. Tre attaccanti e un centrocampista, un totale di 72 gol. Mertens 28 reti; Insigne 18; Callejon 14; Hamsik 12. Solo il Real Madrid, nell’Europa calcistica che conta, ha portato quattro calciatori in doppia cifra – ma ha segnato 61 gol con questi uomini. C’è il Barcellona ha un arsenale offensivo più forte, almeno in riferimento alle cifre di quest’anno. Il tridente composto da Messi, Suarez e Neymar ha infatti realizzato 79 gol nella Liga conclusasi nella scorsa settimana. Per la Pulga di Rosario, titolo di capocannoniere con 37 gol. Poi il Pistolero, con 29. E infine il fenomeno brasiliano, che si “ferma” a 13 marcature. Il tridente del Napoli, quello puro, arriva a 60 reti. C’è una bella differenza, ma loro restano il Barcellona. E il Napoli resta il Napoli. Il quarto goleador più prolifico dei catalani, Rakitic, arriva a 8 reti. Da 79, quindi, si salirebbe a 87. Uno scarto ancora più ampio.

Il Napoli è un caso statistico in un campionato italiano che è un caso statistico. La Serie A appena conclusa è il torneo in cui si è segnato di più rispetto agli altri maggiori campionati europei. Uno schiaffo all’immagine speculativa e difensivista del nostro calcio. Che, nel Napoli, trova una nuova dimensione offensiva: conteggiando solo i gol dei quattro in doppia cifra, la squadra di Sarri avrebbe il quarto attacco del campionato insieme all’Inter.

Il Tottenham

In Europa, l’unica squadra che può quantomeno avvicinarsi alle cifre di azzurri e azulgrana è il Tottenham di Pochettino. Che, con i suoi tre migliori realizztori, arriva a 61 reti (29 per Kane, 18 per Alli, 14 per Son Heung-Min). Il quarto goleador degli Spurs, il danese Eriksen, segna il confine con la grande perfroamcne offensiva della squadra di Sarri: 8 gol, totale 69. Tre in meno rispetto ai quattro moschettieri.

Tattica e talento

La differente distribuzione delle reti rispetto all’anno scorso (36 su 80 realizzate da Higuain) è il risultato di un processo tattico lungo, programmato e studiato. Certo, integrato anche dall’intuizione geniale di Dries Mertens centravanti. Ma anche fondato sul grande talento di calciatori fortissimi, che hanno raggiunto maturità tecnica e professionale e hanno saputo/voluto rispondere alle difficoltà di questa stagione. Il mercato, con l’addio del 50% delle reti realizzate lo scorso anno. L’infortunio di Milik, che in campionato si è comunque “fermato” a 5 gol realizzati.

Analizzeremo a fondo, nei giorni che verranno, tutto ciò che ha portato a questa esplosione di gol. Che in Europa non teme confronti, se non con Barcellona e Tottenham. Curiosamente, altre due squadre che non hanno vinto il loro campionato. C’è da riflettere, su questo incrocio tra le statistiche e l’albo d’oro.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ma quanti Barcellona ci sono?
    No, perché quando fa comodo non è più il Barcellona di una volta, è a fine ciclo, Messi è bollito …. perché in due partite A/R compreso Nou Camp il miglior attacco del mondo non ha segnato nemmeno un gol ad una Juventus praticamente perfetta!!
    (talmente perfetta che è riuscita a rubare davanti agli occhi di tutto il mondo e non se n’è accorto nessuno……)
    Invece quando è utile alla causa napolista, il trio Neymar Messi Suarez è il più stellare della galassia ed il più prolifico, e l’unica squadra che gli si avvicina e può reggere il confronto coi marziani è il Napoli.
    Poi lo stesso Barcellona cotto e a fine ciclo va a vincere 3 – 2 a Madrid ed arriva secondo a tre punti costringendo il Real a vincere tutte le ultime partite.
    Il Napoli ha giocato meglio e dominato il Real Madrid, però ha preso 6 gol in due partite.
    E’ proprio vero, la palla è rotonda e il calcio è lo sport più bello del mondo!!
    Un cordiale saluto a tutti
    Guido 1971

  2. amadeo gardoni 30 maggio 2017, 8:27

    Fate bene ad analizzare e celebrare l’attacco esplosivo, ma fate anche qualche articolo sulla difesa. Nonostante abbiamo ottimi difensori come Albiol e Koulibaly, la fase difensiva deve migliorare. Non si possono subire tre gol da Empoli, Sassuolo, Pescara e Atalanta e pensare di vincere qualcosa. E non scordiamo la Champions: 14 gol subiti in 8 partite sono troppi, e non tutte le squadre incrociate erano il Real Madrid. Il Besitkas ce ne ha fatti 4….

  3. No idea

  4. Jean Paul Sartre 29 maggio 2017, 18:36

    Napoli e Barcellona stesso destino. Forti coi deboli, poi incontrano la Juve e finisce la pacchia.

    • Accomunare Barcellona e Napoli però è da ricovero psichiatrico eh ?

      • Accomunare rubentus e BARCELLONA é da rubentini senza vergogna.

        • A parte il fatto che nessuno del mondo juventino si è mai paragonato al barcellona, ma il fatto che vi ci paragoniate voi è senz’altro più esilarante.

          • E chi mai potrebbe paraganore il club piú vincente del mondo, simbolo di bel calcio e grandi calciatori col club piú vergognoso della storia dell´umanitá, ovvero la Rubentus?
            Sarebbe da matti, come paragonare il Brunello al Tavernello mischiato alla benzina.

          • Pensa come sta messo chi arriva costantemente dietro ad un club così vergognoso…

          • Pensa piuttosto a vincere qualcosa in modo pulito, e a godere di vittorie e titoli non fasulli.

          • Lo decidi tu quali sono i titoli puliti e non fasulli? Ah è vero, il campionato è falsato. E mauro naddei lo segue perché sa che è falsato. Vabbe dai, in campionato arriviamo prima perché è falsato, ma in Europa dove vige l’onestà andate più avanti voi

          • Non lo decido io ma la storia, i fatti.

          • Ah meno male che ti appelli a storia e fatti! Perché quelli ci dicono che sono stati tolti due scudetti (04-05 e 05-06) mentre invece gli ultimi sei anni di bastonate sui denti sono regolarissimi e limpidi. Oppure la storia e i fatti li decidi tu a piacimento?

            Postilla: storia e fatti dicono anche che il processo penale ha sbugiardato tutto l’impianto del processo sportivo. Ma sicuramente per te è più chiaro il processo sportivo durato 1 mese del processo penale durato 9 anni 😉

          • Si si certo, un club limpido e pulito.
            E Hitler amava gli ebrei.

          • Marchese di Carabàs 30 maggio 2017, 9:01

            Non lo sapevo, ma a quanto pare si:
            https://en.wikipedia.org/wiki/Adolf_Hitler_and_Stefanie_Rabatsch

            Vedi, a giocare con le iperboli…

            Puoi sempre riprovarci, e citare qui qualche comportamento illecito tenuto dalla Juve per alterare una qualsiasi competizione a cui abbia partecipato. Buona fortuna!

          • Il rubentino é capace di tutto pur di giustificare le proprie vergogne.
            Ma se voi foste capaci di provare vergogna non sareste rubentini, quindi é tutto chiaro.

          • Marchese di Carabàs 30 maggio 2017, 22:34

            Vedo che come sempre quando si parla provare a trovare un episodio con cui la Juve ha tentato di alterare il campionato, pure a Napoli ci si scansa.

        • amadeo gardoni 30 maggio 2017, 8:32

          Se guardi con attenzione la Liga, vedrai dozzine di rigori fasulli regalati, soprattutto al cascatore Neymar, falli da espulsione non puniti, rigori negati agli avversari. Insomma, le stesse cose che imputiamo alla Juve avvengono regolarmente in favore di Barcellona e Real Madrid. Poi guarda anche come hanno eliminato il PSG in Champions. Dai, non sono mica un grande simbolo di sportivita’ neppure loro…..

          • Loro vengono molto aiutati, cosi come il Real, ma non si puó paragonarli ad un club di ladri mafiosi come la rubentus.
            Quelli in qualsiasi altro paese civile sarebbero stati radiati da decenni.

    • Alfonso Di Maio 29 maggio 2017, 20:18

      Eppure io ricordo una squadra chiusa in difesa per oltre 30 minuti a salvare l’1-1.
      Non sto parlando del Palermo, ma della grande Juventus che ha perso con Genoa, salvo per miracolo, Inter, Milan e Fiorentina, tre squadre più che mediocri.
      Riprenditi leccapalle.

Comments are closed.