La probabile formazione del Napolista: più Milik che Pavoletti, dubbio Rog

La nostra idea sulla formazione di domani sera, sui ballottaggi e sulle possibili scelte in vista del match di Coppa Italia contro la Juventus.

La probabile formazione del Napolista: più Milik che Pavoletti, dubbio Rog

Juventus-Napoli

Contro l’Atalanta abbiamo sbagliato le nostre previsioni. Sarri ci sorprese in maniera conservativa, con la riproposizione di Mertens centravanti e il solo Maksimovic come “cambio” rispetto alla formazione consolidata. Noi insistiamo, crediamo nel ritorno del centravanti classico a Torino. E crediamo nella maglia da titolare per Arek Milik, più che nel lancio dal primo minuto di Pavoletti. Del resto, il match contro i bianconeri arriverà una settimana prima di Napoli-Real Madrid. Servirà recuperare i migliori, e l’idea-Milik è un tentativo di recuperare la miglior condizione possibile per il migliore attaccante possibile di questo Napoli. Questo e altri dubbi, nel nostro consueto dibattito.

Formazione

Ghoulam – Strinic

Li facciamo partire alla pari, i due terzini sinistri. Stando alle contingenze (la squalifica di Hysaj sull’altro versante) non ci sentiamo di “lanciare” il croato titolare, conoscendo anche la reticenza del nostro allenatore a un cambio radicale, a maggior ragione prima di un match decisivo. Quindi, seppure Ghoulam abbia giocato tutte le partite dal momento in cui è rientrato dal Gabon, il buon Strinic non è ancora davvero papabile a un lancio definitivo. Però la possibilità è concreta, e per noi vale il 50%. Tatticamente, l’idea di bloccare Cuadrado (o Pjaca) e Lichtsteiner con un esterno basso più accorto in fase di non possesso non ci pare così azzardata. Ci definiamo possibilisti, ecco.

Jorginho – Diawara

Il resto della difesa, soprattutto dopo il turno di riposo per Koulibaly, ci pare scontato. Quindi, passiamo a centrocampo e al solito ballottaggio in cabina di regia. Jorginho è stato bravo a Verona, Diawara non ha offerto una prestazione memorabile contro l’Atalanta, ingoiato pure lui da un rendimento di squadra diciamo rivedibile. Quindi, noi vediamo leggermente favorito l’italobrasiliano, anche per questioni tattiche. Con la nuova disposizione tattica, la Juventus non potrebbe prevedere marcature a uomo: praticamente, il regno perfetto per il centromediano italobrasiliano, sempre più a suo agio quando più libero di spaziare senza essere francobollato da un avversario. Nella sua zona dovrebbe operare Dybala, che difficilmente pensiamo possa seguirlo a tutto campo. Inoltre, l’impatto fisico dei calciatori della zona centrale (dovrebbero giocare Khedira e Pjanic), in termini di corsa e forza bruta, fa meno paura che in passato. Potrebbe essere il match giusto per il palleggio sincopato di Jorginho.

Zielinski – Rog

I rumors dicono che Sarri stia seriamente pensando al croato. Da titolare, a Torino. Noi l’eventuale ballottaggio l’abbiamo immaginato sempre “contro” Zielinski, ma francamente non ci crediamo. Ecco, per noi vale giusto un 40% da dividere anche con la possibilità che Sarri lo riproponga ancora nel ruolo di esterno alto a destra. Detto questo, Zielinski possiede la gamba giusta per immaginare di superare in velocità il doble pivote bianconero palla al piede, riproducendo gli strappi che l’hanno reso una chiave tattica fondamentale nel nuovo Napoli. Servirà il miglior Zielinski, però. Non quello visto contro l’Atalanta.

Callejon – Giaccherini

Altro “sussurro” da Castel Volturno, addirittura l’idea che Callejon possa rimanere fuori in un match determinante della stagione. Perdonateci, ma non ci crediamo/caschiamo nemmeno questa volta. Sempre pronti a fare ammenda, dopo, nel caso. Per noi l’idea che l’ex Giaccherini possa realmente pensare di insidiare José non vale più di un 30%. Troppa distanza di valori assoluti, troppa l’importanza di Callejon in un match che, presumibilmente, vedrà lui e Maggio affrontare la coppia Alex Sandro-Mandzukic. Insomma, serve il meglio. Soprattutto da quella parte.

Mertens – Insigne

Semplice rotazione, qui. Chi gioca ininterrottamente da più tempo? Lorenzo, quindi Dries in vantaggio. La scelta del belga è consequenziale al concetto espresso in apertura: noi crediamo in Milik, quindi nel ritorno del centravanti e quindi nell’utilizzo di due esterni classici a supporto della prima punta. Poi, a parità di condizioni, forse sceglieremmo proprio Dries: la fascia destra, con Lichtsteiner supportato da centrali non velocissimi come Barzagli/Chiellini/Bonucci, potrebbe essere un ideale luogo di caccia per il Mertens più veloce e sgusciante. Il Mertens migliore. Vale il discorso di Zielinski: non quello visto contro l’Atalanta, impreciso e poco ispirato.

Milik – Pavoletti

Ci siamo, forse. Che la rivoluzione mancata con l’Atalanta avvenga a Torino, contro la Juventus. Non è una certezza, è un invito/speranza. E non è un ripudio del periodo magico di Mertens centravanti, è solo la necessità di provare a recuperare alla partita due patrimoni tecnici molto importanti per il Napoli. Narrativamente e tatticamente, l’idea Milik sembra quella più funzionale. Il polacco, meno statico rispetto all’ex Genoa, potrebbe creare i presupposti giusti in una difesa, quella della Juventus, abituata a dominare lo spazio tre calciatori e il supporto degli esterni e ora privata di un riferimento.

Ecco, le doti aggregative di Milik potrebbero essere utilissime, e sfruttabili, proprio in questo senso. In modo, poi, da poter scompaginare i piani durante la partita con l’inserimento di un calciatore più rapido (magari Mertens o Insigne inizialmente in panchina). Una sua prima volta a Torino con una grande prova, infine, sarebbe un bel ricordo da raccontare.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. dino ricciardi 28 febbraio 2017, 9:38

    Mi raccomando scrivetela prima la formazione che vorreste vedere in campo
    perchè dopo siamo tutti bravi a parlare…..non quella che pensate che mandi in campo Sarri….
    la vostra.

  2. Antonio Chiacchio 27 febbraio 2017, 20:59

    la provo eh…..

    maggio albiol koulibaly strinic

    rog jorginho hamsik

    mertens milik callejon

    chi vivrà vedrà…….

  3. Raffaele Sannino 27 febbraio 2017, 18:52

    Reina,

    Maggio, Albiol, KK, Ghoulam,

    Zielinski, Jorginho, Hamsik,

    Insigne, Mertens,Callejon.

  4. Se il catechista manda in campo Rog dal primo minuto, conferma in pieno il suo stato di confusione mentale. Infatti, non si capirebbe come fa a giocare un’intera partita uno che, per non avere appreso il Verbo sarriano, non ha meritato nemmeno di mettere piede in campo.
    Che poi contraddica il suo integralismo in modo clamoroso, lo si è visto già nell’ultima partita, quando ha messo in campo contemporaneamente due centravanti, dopo aver predicato sempre il rispetto degli “equilibri della squadra”.
    Per me fa più bella figura se manda in campo gli stessi undici fino alla fine del campionato: almeno gli riconosceremo la virtù della coerenza.

  5. questa sezione del napolista è la + surreale
    PROBABILE FORMAZIONE? ma siamo seri la formazione del napoli è sempre la stessa, ci sono variazioni in caso di squalifiche o infortuni altrimenti sempre gli stessi e così anche domani. Personalmente domani non schierei mai gholam,, albiol, callejon, hamsik, hysaj, zielinski e insigne, ma scommetterei lo stipendio dei prossimi 2 anni che giocheranno tutti sia domani che la prossima di campionato

  6. È un peccato che in questo periodo intenso si sia fatto male allan, un vero peccato.
    Poi Parto dal concetto che abbiamo una serie di giocatori in riserva, HAMSIK, GHOULAM, CALLEJON, quindi di questi al massimo ne può giocare uno gli altri in panca.
    Darei la chance anche a SEPE visto che anche a REINA un turno di riposo non può che fare bene e magari scopriamo di aver un grande portiere di riserva.
    Tatticamente, mi metterei a specchio quindi un bel 4231
    EPPOI più ne cambiamo e meglio e’ giusto per vedere se c’è qualcuno in rosa con un po’ di ………cazzimma???
    Quindi
    MAGGIO. KIRIKES. KOULY. Strinic
    DIAWARA. GIORGINHO

    ROG. MERTENS. GIACCHERINI

    PAVOLETTI
    Poi un invito a misterrrrr Sarrrrrrri; La nostra primavera sta facendo veramente bene è possibile che oltre a milanese non ci sia nessun da poter convocare …….lenadrinho e zerbin sembrano di ottimo livello?

  7. Avevo ipotizzato un turn over più massiccio già con l’Atalanta, visti i due impegni importanti e ravvicinati con Roma e Madrid… vediamo se stavolta ci prendo: Reina, Maggio, Albiol, KK, Strinic, Rog, Jorginho, Zielinski, Giaccherini, Pavoletti (Milik), Insigne

  8. Luigi Ricciardi 27 febbraio 2017, 17:35

    Avevo cannato quella con l’Atalanta, ci riprovo…
    Reina,
    Maggio, Albiol, Chiriches, Ghoulam,
    Zielinski, Jorginho, Hamsik,
    Insigne, Milik, Mertens
    SFN.

  9. Lorenzo sta giocando molto bene.
    Spero in un ritorno di Milik titolare e con uno tra Mertens e Insigne al posto di uno stanco Callejon.

  10. Per me gioca Ghoulam a sx, sia perche’ la migliore arma per tenere Cuadrado a bada e’ di attaccarlo, visto che una volta in possesso di palla tende a saltare facile il primo avversario, sia perche’ e’ piu’ bravo nel crossare, se al centro dovesse giocare Milik (come credo anche io).
    Alto a sx vedo piu’ Insigne che Mertens in partenza.
    A cc se gioca Jorge (e sarei d’accordo) penso ci voglia al suo fianco piu’ l’aggressivita’ di Rog che non l’eleganza di Zielinsky.
    Alto a dx Callejon e’ imprescindibile (sorry Giac!) se non altro perche’ non puoi presentare tutta la fascia nuova di zecca, anche se lo spagnolo e’ quello che piu’ avrebbe bisogno di riposo.

Comments are closed.