Di nuovo Rog: «Nemmeno nella Dinamo Zagabria avevo il posto garantito»

Rog il calciatore più citato della settimana. Ha giocato gli ultimi venti minuti di Croazia-Kosovo finita 6-0.

Di nuovo Rog: «Nemmeno nella Dinamo Zagabria avevo il posto garantito»
Rog con la maglia della Croazia

Marko Rog. Il calciatore del Napoli più citato questa settimana. Fondamentalmente, quasi nessuno lo ha visto giocare eppure è diventato l’emblema dell’integralismo – parola ahinoi abusata – di Maurizio Sarri improvvisamente passato da difensore della napoletanità a responsabile della sconfitta a Bergamo. Marko Rog, 21 anni, di Zagabria. È un bel centrocampista. Porta con sé le stimmate della polemica. Quando arrivò, per lui De Laurentiis scrisse tweet vagamente – e nemmeno tanto – polemici invitando Sarri a prendere in considerazione più moduli. Ieri è entrato sul 5-0 nellapartita che la sua Croazia ha vinto 6-0 contro il Kosovo (tripletta di Mandzukic). Era stato convocato con l’Under 21, poi l’infortunio di Modric gli ha riaperto le porte della prima squadra. Fu già convocato e giocò contro la Spagna agli Europei.

Intervistato dal portale goal.com, Rog ha risposto alle domande sul Napoli, sul suo mancato utilizzo e, come già in settimana, non ha fatto il benché minimo accenno polemico. «Mi trovo bene a Napoli, nemmeno con la Dinamo Zagabria inizialmente avevo il posto garantito, me lo sono conquistato. Sto lavorando tanto e bene, il Napoli è soddisfatto di me, parlo con Sarri e credo che esordirò presto».

ilnapolista © riproduzione riservata