Questa Italia è uno strazio. Facciamoci la croce e aspettiamo la Spagna

Questa Italia è uno strazio. Facciamoci la croce e aspettiamo la Spagna

SIRIGU – Va plasticamente, ma anche di sostanza, su un’incornata di Murphy. Qualche uscita a vuoto ma con lui tra i pali almeno ci risparmiamo la retorica urlante e patriottarda di Buffon. Solo per questo merita la sufficienza, che diventa piena con il mezzo miracolo finale su Hoolahan – 6

Sicurezza e stile. Tra l’altro è più vigile e reattivo dell’intera squadra piazzata in campo da Conte. Almeno mezzo voto in più – 6,5 

BARZAGLI – Nell’autobus che il Parrucchino Prosciolto piazza davanti a Sirigu, forse per inconscia paura della Spagna, Barzagli è l’assistente di guida. Talvolta vacilla ma la mole di lavoro, stasera, è davvero tanta. Nel deserto di oggi non ci sono neanche i lanci dalla difesa, modello Domizzi ai tempi di Reja – 5

Ha con la palla quasi un rapporto carnale: la guarda fisso negli occhi per indovinarne la traiettoria – 6

BONUCCI – Ovviamente, Bonucci è l’autista dell’autobus di cui sopra. Meriterebbe il giallo almeno un paio di volte, ma l’arbitro rumeno lo grazia. Poi il momento magico per gli irlandesi: da destra piove il milionesimo cross verde e lui lo liscia che è una bellezza. Brady ringrazia e stende Sirigu – 5

Non è colpa sua. È che quei falli lui è abituato a farli senza che nessuno invochi il rigore. E anche ad essere graziato come stasera, è abituato. Guarda, Fabrizio, non pensavo mai nella mia vita di poter rimpiangere Chiellini – 5  

OGBONNA – Ma Conte gli ha spiegato che il Kickboxing non c’entra nulla con il calcio? – 5

Non lo so, certo il tuo 5 mi sembra veramente generoso – 4,5

BERNARDESCHI – Un cross decente all’8’ e poi nulla più. Anzi, no provoca un netto rigore ma anche stavolta l’arbitro rumeno non vede nulla o vuole vedere nulla – 5

Non si vede né si sente, tanto che persino l’arbitro ci grazia anche qui per il rigore – 4

DARMIAN dal 60’ – Difesa, difesa, difesa: non conosce altro il verbo contiano – 5

E non è una noia mortale, ‘sto verbo? – sv  

STURARO – Nell’anticalcio del Parrucchino Prosciolto il centrocampo è un’entità superflua, come i finti suonatori nelle bande di paese, ingaggiati solo per raggiungere il numero necessario. Ma Sturaro fa di tutto per confermare il suo status di indegnità: perde palloni su palloni, scivola e si fa anche male, alimentando vane speranze di sostituzione – 4

Ogni volta che lo vedo in campo prenderei a paccheri sia lui che Conte – 4

THIAGO MOTTA – Figura ornamentale, Ilaria cara. Spesso dannosa, quando serve un assist magnifico per Coleman. Tra lui e il non convocato Jorginho passa la stessa differenza tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti. Ovviamente lui è Giachetti – 4,5

Neanche il paragone politico mi fa vedere una qualsiasi utilità di Motta in campo – 4

FLORENZI – Con quei baffetti sembra ‘O Track di Gomorra. S’impegna a cercare un po’ di profondità ma è poca roba – 5

Anche Hendrick, in quanto a cazzimma nel falciarlo di netto, poteva tranquillamente fare il braccio destro di Ciro di Marzio – 5

DE SCIGLIO – Primo tempo inesistente. Nel secondo tempo tocca qualche palla e fa più male che bene, tranne quel cross per Zaza – 5

Un barlume nel nulla. Troppo poco per superare l’insufficienza netta – 4,5  

EL SHAARAWY dall’82’ – Metterlo in campo a 8 minuti dalla fine è una presa in giro – S.V.

Ha fatto una fine peggiore di Lorenzino nostro – sv

ZAZA – Corre come un ossesso, senza mai vedere la palla. Uno sport strano il suo. Gira al volo una palla e basta – 5

Ogni volta che gli arriva una palla lui sa sempre come fermare lei e un qualsiasi barlume di gioco – 4,5

IMMOBILE – Il primo tiro in porta dell’Italia è il suo, al 43’ del primo tempo. Fa la fine di un Eder qualunque, abbandonato là davanti – 5

Che peccato di Dio. Un minuto di velocità, poi viene fagocitato anche lui nella noia mortale e nell’assoluta assenza di gioco di questa Nazionale – 4,5

INSIGNE dal 74’ – Entra e prende un palo e abbiamo detto tutto – 6,5

Dovrebbero farlo giocare ogni partita con uno scettro e una corona in testa: in questo zero assoluto dell’Italia almeno non ci farebbe addormentare sul divano – 6

CONTE – Ah, i dibattiti sul turnover. Di un turnover innestato su una squadra già senza qualità. Questa Italia è uno strazio: l’Irlanda che non è l’Argentina o la Spagna o il Barcellona ha un possesso palla che viaggia oltre il 60 per cento nel primo tempo, tipo Luigi de Magistris al ballottaggio. Facciamoci la croce e aspettiamo la Spagna – 4

La nostra Italia è lui, Fabrizio… ti rendi conto, vero di cosa comporta questa mia affermazione? – 4,5

ARBITRO HATEGAN OVIDIU – Fa giocare all’inglese e la difesa juventina ne approfitta dando mazzate a ripetizione. Poi non vede un rigore per l’Irlanda – 5

Tanto per contribuire all’appiattimento generale… – 5

ilnapolista © riproduzione riservata