Se va in Champions, il Napoli oggi sarebbe in seconda fascia (solo il Siviglia può togliercela)

Se va in Champions, il Napoli oggi sarebbe in seconda fascia (solo il Siviglia può togliercela)

Avanti a piccoli passi verso la Champions. Quella contro l’Inter è stata una brutta battuta d’arresto che però può essere accolta con un sospiro di sollievo alla luce del pari della Roma che lascia i giallorossi a -5. In soldoni, dal punto di vista del Napoli, significa che vincendo domani sera contro il Bologna un pari all’Olimpico tra una settimana metterebbe il secondo posto, e dunque l’accesso diretto alla fase a gironi della prima competizione continentale, praticamente in ghiaccio.

Anche le notizie provenienti dall’esterno non sono negative. A meno di clamorosi stravolgimenti, gli azzurri dovrebbero presentarsi con tutta probabilità al sorteggio di Nyon in seconda fascia. Rispetto al precedente articolo in cui descrivemmo la situazione del Napoli nel ranking Uefa, qualcosa è cambiato ma non tantissimo. L’unico rischio legato al posizionamento in graduatoria è rappresentato dal Siviglia, che vincendo nuovamente l’Europa League si qualificherebbe per la Champions oltre a scalzarci dalla posizione numero 16 attualmente occupata (un solo punto di ritardo per gli spagnoli, 89,157 contro i nostri 90,087) grazie alla semifinale di Europa League dello scorso anno.

In merito a quanto emerge dagli altri campionati, invece, sono sempre cinque le squadre davanti a noi nel ranking che occuperebbero la prima fascia di diritto come campioni nazionali, e cioè Bayern, Barcellona (occhio, però, perché la Liga si è clamorosamente riaperta), Benfica (posizione da certificare nel posticipo di questa sera contro il non irresistibile Vitoria Setubal), Paris Saint Germain e Juventus. Sei, invece, le squadre al momento in seconda fascia, anche quelle sempre le stesse rispetto a un mese fa: Real, Atletico, Borussia Dortmund, Arsenal, Manchester City, Zenit e Porto. Il quadro potrebbe leggermente complicarsi considerando la posizione spettante di diritto, in prima fascia, alla vincente della Champions, che come noto sarà una tra Bayern, Real, Atletico e City. Classifiche alla mano, in questo momento, a meno che la coppa non la alzasse Guardiola, si potrebbe occupare un’altra slot in prima fascia liberandone una in seconda, mettendo dunque il Napoli ulteriormente al sicuro. Ma Real e Atletico sono tornate prepotentemente in corsa per il titolo in Spagna e se una delle due dovesse realizzare la doppietta, tutto resterebbe com’è. Insomma è ancora presto per un calcolo del genere.

Ciò di cui possiamo essere sicuri è che, delle squadre davanti al Napoli nel ranking e al momento fuori dalla Champions, almeno due sono fuori dai giochi, ossia Chelsea e Valencia. Le altre due, Zenit e Schalke, possono rientrare nei loro campionati, ma si può essere fiduciosi: i russi sono terzi dietro Rostov e Cska ma solo a -2 dal primo posto che anzi sarebbe auspicabile perché finirebbero così in prima fascia in quanto campioni nazionali non alterando il computo delle squadre in seconda fascia (quella di competenza del Napoli), mentre per i tedeschi si è fatta piuttosto dura, dovendo recuperare 4 punti rispetto al quarto posto in Bundesliga (occupato dall’Hertha Berlino) ma con sole 4 partite ancora da giocare dovendo oltretutto sopravanzare anche Borussia Monchengladbach e Mainz.

Quale potrebbe essere quindi la Champions che verrà e quali gli avversari che il Napoli potrebbe trovare sul suo cammino? Va ovviamente considerato che è impossibile prevedere tutte le 32 squadre, data la roulette dei preliminari estivi, ma possiamo tentare una discreta approssimazione almeno fino alla terza fascia, supponendo che le squadre più avanti nel ranking superino eventuali spareggi. Avremmo dunque, attualmente, una prima fascia composta da Bayern (che per comodità espositiva ipotizzeremo nel doppio ruolo di campione in Germania e di vincente della Champions), Barcellona, Benfica, Paris Saint-Germain, Juventus, Leicester, Rostov e Dinamo Kiev. Una seconda composta da Real, Atletico, Borussia Dortmund, Arsenal, Manchester City (una di queste due attraverso i preliminari), Porto (tramite preliminari), Napoli e Bayer Leverkusen. In terza fascia potrebbero esserci Basilea, Tottenham, Ajax, Sporting Lisbona, Shakthar Donetsk, Olympiakos, Lione e Villarreal (le ultime quattro provenienti dai preliminari).

Diciamo dunque che nella situazione appena descritta, il Napoli avrebbe da temere solo tre supercorazzate dalla prima fascia, ossia Bayern, Barça e Psg, con tutte le altre (la Juve non potrebbe ovviamente essere pescata) che sembrerebbero onestamente alla portata. Guardando alla terza fascia, chi scrive eviterebbe Tottenham e Villarreal, mentre il resto del lotto rappresenta squadre di certo insidiose ma non ostacoli insormontabili. Troppe le incognite per definire una ipotetica quarta fascia, ma le uniche outsider di un certo peso al momento parrebbero essere il Monaco e il Besiktas. Insomma, restassero così le cose, per una volta le speranze di evitare un sorteggio di fuoco sarebbero quantomeno fondate.

ilnapolista © riproduzione riservata