Perché amo Higuain

Perché amo Higuain

Perché amo Higuain

– Perché è il Pipita e non è il Lingotto.
– Perché non perderebbe mai tempo a scazzottarsi con Chiellini
– Perché non si sa tuffare e quindi non sarà mai juventino
– Perché è l’ultimo ad uscire dal campo (e non solo per l’intervista).
– Perché ha un rito come tutti i campioni: entra in campo col sinistro compiendo due saltelli, si abbassa, tocca l’erba con la mano destra e si fa il segno della croce.
– Perché non parla continuamente del suo passato
– Perché gli altri migliorano accanto a lui
– Perché non gioca per se stesso
– Perché il sogno di tutti i calciatori da bambino è quello di vestire la camiseta blanca. E lui ha capito che ci possono essere realtà che superano i sogni.
– Perché se gli avessero offerto la 10 non l’avrebbe mai indossata.
– Perché è argentino.
– Perché è generoso
– Perché giocare contro l’Albinoleffe o contro il Bayern non gli fa differenza.
– Perché a Madrid lo rimpiangono
– Perché Mourinho disse: a caccia voglio andare col cane (Higuain) e non con il gatto (Benzema)
– Perché con lui possiamo vincere
– Perché lui sa come vincere
– Perché protesta, s’incazza e non si tira mai indietro.
– Perché, a differenza del suo predecessore che sarebbe riuscito in qualsiasi sport, lui è jucatore ‘e pallone.
– Perché non mi fa rimpiangere il suo predecessore.
– Perché non è un coniglio
– Perché, seppur giochi al 20%, risulta decisivo.
– Perché non farà 30 gol, ma grazie a lui la squadra ne farà 200
– Perché esulta e gode senza violini, sparatorie o segni distintivi.
– Perché gode quando il suo nome viene urlato dalla gente
– Perché mette d’accordo tutti
– Perché è il più forte del nostro campionato
– Perché proviene dal club più ambito del mondo.
– Perché ha scelto Napoli, quando sarebbe potuto andare in qualsiasi squadra
– Perché in qualsiasi stadio entreremo, lui c’è già stato
– Perché giornalisti dell’Alaska o delle Isole Cook vengono a Napoli per ammirarlo
– Perché si ricorda sempre dei tifosi
– Perché non è venuto a Napoli per la fama
– Perché qui centravanti come lui non ci sono mai stati
– Perché nella vita devi anche rischiare
– Perché nei momenti di difficoltà, lui c’è.
– Perché è un toro
– Perché quest’estate ho sognato Mario Gomez e ora invece non lo cambierei con nessun altro
– Perché ha mentalità vincente
– Perché, anche se sta fermo, tiene almeno due difensori in apprensione.
– Perchè se un giorno dovesse andar via, avrà lasciato un segno (non solo a parole).
– Perché emoziona
– Perché fa sognare
– Perché so che ci farà impazzire
– Perché ce lo invidiano tutti
– Perchè è Gonzalone
– Perché, lui non lo sa, ma per domenica mi ha fatto una promessa…
– Perché non puoi non amarlo

Gianluigi Trapani

ilnapolista © riproduzione riservata