Scorpione Cavani, il terzo gol è di tacco?

Il primo di testa. E ci siamo. Il secondo ancora di testa e anche qui non ci sono possibilità di smentita. E il terzo? Anche quello di testa. Anzi no. Di tacco. Come di tacco? Proprio così. Sarà forse una questione di prospettive, ma il terzo gol segnato da Cavani alla Juve sta diventando un vero e proprio giallo. Ma come l’ha messa dentro il Matador? Ha segnato di testa o di tacco il bomber uruguaiano? Un giallo alimentato dal fatto che nessuna tv (e ce n’erano moltissime ieri sera al San Paolo) e nessun giornale si è accorto del piccolo particolare, che può fare di una prodezza un vero e proprio capolavoro. Solo guardando attentamente i vari video su internet e spulciando nei forum dei tifosi azzurri scrive Nicola Apicella di Repubblica.it,  il dubbio si fa largo. A prima vista non c’è nulla di particolarmente strano. Gol lineare, pulito. Lavezzi libera Hamsik in area, lo slovacco crossa da destra e sul secondo palo Cavani in tuffo di testa batte per la terza volta Storari. Il San Paolo esplode, Cavani raccoglie l’applauso del pubblico e si coccola il pallone della tripletta.
Qualcosa però non quadra osservando il replay dalle varie angolazioni. Uno, due, cinque, dieci volte. Più si rivede il filmato e più cresce il dubbio. Fin quando non appare chiaro che in realtà il ‘Matador’ quel pallone non lo colpisce di testa ma con il tacco, che durante il tuffo tocca la palla. Ma da Sky replicano: no, è di testa e lanciano il sondaggio. Tacco e testa di Cavani sono infatti a pochi centimetri di distanza. In realtà il nuovo idolo di Napoli manda in scena il famoso ‘colpo dello scorpione’, reso famoso dal portiere colombiano Higuita. Una giocata che il bomber uruguaiano aveva già provato lo scorso anno con la maglia del Palermo durante il derby con il Catania. In quel caso il portiere gli negò la gioa del gol. Stavolta è arrivata, ma con quasi 24 ore di ritardo. (repubblica.it)
watch?v=Pv-8_2HK5OA&feature=player_embedded

ilnapolista © riproduzione riservata