Cannavaro: Liverpool occasione da non perdere

Paolo Cannavaro è l’ospite di Marte Sport Live. Il capitano è pronto a rientrare dopo la squalifica con il Milan: “Ne ho approfittato per lavorare sulla forza con il preparatore atletico. Lunedì ho sofferto tanto. Il rosso di Catania non c’era, sono rimasto a bocca aperta, adesso guardo avanti”. Sabato, intanto, è il 50esimo compleanno di Maradona: “Diego per noi è stato tutto. E’ giusto che sia festeggiato in tutta Napoli. Un regalo con il Brescia? Gli dedichiamo i tre punti se vinciamo. Noi pensiamo a conquistare un risultato positivo. Il gol più bello? La punizione con la Juve. Va contro tutte le regole, anche il Pocho ha fatto una prodezza del genere con il Milan. I campioni sono così e fortunatamente Lavezzi gioca con noi”. Domenica Cannavaro marcherà Caracciolo: “E’ un attaccante che si fa sentire in area. Non sarà facile controllarlo, è un avversario duro. Ha festeggiato i 100 gol tra i professionisti, ma non è l’ultimo arrivato”. Tutto esaurito, intanto, il settore ospiti di Anfield Road: “Entriamo nella storia del calcio, è un’occasione da non perdere per i nostri tifosi. E’ un premio per loro. Il mio inglese? Pessimo. Quando giochiamo in Europa, mi faccio assistere da De Sanctis. Con il Liverpool, non siamo stati brillantissimi in avvio, ma ci sta, è una squadra importante. Ma io adesso penso al Brescia. In trasferta abbiamo più spazi e dobbiamo sfruttarli, al San Paolo – invece – gli avversari si chiudono a riccio. Saremo pronti, chi ha giocato tanto, si è riposato. Mentalmente abbiamo voglia di reagire. A livello caratteriale, non ci saranno problemi. Non facciamo previsioni, pensiamo soltanto a questa partita. Massimo rispetto nei confronti del Brescia”. L’arbitro Rizzoli è stato protagonista negativo: “Durante l’anno, la bilancia torna a posto. Inutile fare polemica, dobbiamo dare una mano ai direttori di gara. I giudici di porta mi piacerebbero, così come il doppio arbitro. Reja è in testa alla classifica con la sua Lazio: “Sono contento per lui, mi fa piacere per un allenatore cui sono molto legato. La promozione in A è un ricordo indimenticabile”. La nazionale è un sogno di Cannavaro: “Tutto passa dal rendimento con il Napoli. Se arriva bene, altrimenti rispetterò le scelte del ct Prandelli”. Tra i nuovi, Yebda sarà impiegato a Brescia: “Non diamo giudizi affrettati, il discorso vale anche per Sosa. Non sono gli ultimi arrivati e vedrete che ci daranno una mano”. Hamsik parla del sogno Champions League: scommetterebbe qualche euro sul quarto posto. “Lo imito”. Chiusura sul contratto: “Non ho nulla da dire, sapete come la penso. A Natale? Vedremo”.

ilnapolista © riproduzione riservata