Sei un vero napolista?
Vediamo, supera il test

Superato l’amarcord, resta il test. Un vero napolista deve assolutamente essere a conoscenza di alcune informazioni indispensabili per potersi considerare “malato della maglia azzurra”. Approfitto di un sabato di solitudine – moglie dal parrucchiere e figlio a scuola – vigilia di Napoli Cagliari, per porre alcuni quesiti e saggiare la preparazione calcistico partenopea di naviga su questo sito. Le regole sono due: non cercare la risposta con google e altri motori di ricerca; non chiedere aiuti a nessuno.  Le risposte, per chi non ha pazienza, le pubblico sulla mia pagina di facebook e più tardi le aggiungerò in un post qui sotto. Con zero errori sei un perfetto napolista. Un errore, buon napolista. Dal secondo errore in poi, parteciperai all’estrazione per vincere un abbonamento in curva a scelta tra Salernitana e Avellino (naturalmente senz’offesa). Ecco le domande, la maggior parte delle quali riguarda il mitico Pibe de Oro.
1) Nel primo anno di Maradona a Napoli, chi era il portiere della squadra azzurra?
2) Sempre in quell’anno, chi erano gli attaccanti?
3) E l’allenatore?
4) Claudio Vinazzani ha mai giocato con Diego?
5) E Paolo Dal Fiume?
6) Diego Armando Maradona, come è noto, giocava col numero 10 e le rare volte in panchina, indossava la maglia numero 16. Ma nel Napoli ha mai giocato dal primo minuto con un numero diverso dal 10?
7) Chi era il portiere del secondo scudetto?
8) In che anno il Napoli è retrocesso per la prima volta in serie B?
9) Perché si dice che se il Napoli comprasse Amauri si tratterebbe di un ritorno?
10) La prima legge ad personam fu fatta per il calcio a  Napoli. Vero o falso?
Giuseppe Pedersoli

ilnapolista © riproduzione riservata