ilNapolista

Caro Liverpool, gioca e sta’ zitto!

Le ridicole avvertenze del club inglese ai propri tifosi in vista della trasferta a Napoli. Troveranno i caschi blu

Caro Liverpool, gioca e sta’ zitto!

Appena arrivati a Capodichino, i tifosi del Liverpool verranno accolti da caschi blu con mitra tra le mani e carabinieri con il mandolino, per coprire il rumore dei colpi da sparo con una deliziosa melodia napoletana. Un tunnel li porterà all’esterno dell’aeroporto dove attenderanno i bus in una gabbia insonorizzata ma dalla quale potranno ammirare il listino prezzi degli spacciatori appesi su appositi tavolini. Una volta arrivati gli autobus, verranno scortati all’interno. L’autista è obeso, non indossa la cintura, ma un casco per proteggersi dai colpi dei sassi che lanciano durante l’intifada rionale che oramai attanaglia i nostri quartieri.

Arrivati al porto, verranno fatti scendere, e lì potranno ammirare le navi ed i gommoni pieni di sacchi dell’immondizia ancorate in mezzo al mare, poiché in città non c’è più spazio. Assisteranno ad una lezione live di professionisti dello scippo che addestreranno minorenni all’arte dello sfila-portafogli e strappo della borsetta. Dopodiché potranno scegliere se mangiare pizza o mozzarella ma restando in un recinto fatto di filo spinato per evitare ai napoletani di avvicinarsi per chiedere l’elemosina, o proporgli il gioco delle tre carte.

I caschi blu li scorteranno fino allo stadio, che sorge in mezzo ad un piazzale con i cecchini appostati sui palazzi intorno, pronti a fare fuoco sui motorini con conducenti a dorso nudo, armati fino al collo che proveranno a sfilare loro qualche pound o le magliette per farne passamontagna per le rapine. Una volta all’interno dello stadio, i caschi blu li lasceranno soli per poi riprenderli cinque ore dopo la gara, quando la città dorme, per riaccompagnarli a Capodichino. Stando a quanto scritto dalla società Liverpool io la trasferta me la immagino così, non so voi, ma mi viene da dare un consiglio ai reds “Giocate e state zitti, che davvero siete ridicoli”.

ilnapolista © riproduzione riservata