Crosetti: “Spalletti è geloso dei figli un po’ degeneri. Tratta Icardi come Totti”

Su Repubblica: “Appena uno di loro alza la cresta, lo chiude nello sgabuzzino. L’esilio di Icardi è ai limiti dell’autolesionismo: va contro l’Inter”.

Crosetti: “Spalletti è geloso dei figli un po’ degeneri. Tratta Icardi come Totti”

“Un padre severissimo”

Ovviamente l’esibizione post-partita di Spalletti si prende la scena sui quotidiani. Tutti lo aspettavano e lui non ha tradito le attese.
Scrive Maurizio Crosetti su Repubblica:
Lo show impietoso di Spalletti alla fine dimostra che l’Inter è una strana famiglia innaturale, con figlioli un po’ degeneri e un padre severissimo, forse geloso dei medesimi: appena uno di loro alza la cresta, lo chiude nello sgabuzzino. L’esilio di Icardi è ormai senza ritorno, ai limiti però dell’autolesionismo: va contro il club. Spalletti continua a trattare il suo centravanti come un Totti qualsiasi e non ha nessuna intenzione di riaccoglierlo.
Poi un passaggio caro ad Ancelotti, quello sui portieri che oggi devono giocare con i piedi:
Il Milan interrompe il processo di crescita e cade vittima del dogma: giocare la palla sempre, portiere compreso e costui meglio se con i piedi. La topica di Donnarumma chiarisce un vizio di forma del calcio contemporaneo, appunto il portiere/libero, il portiere/ playmaker, persino il provvido Handanovic ha rischiato di farsi buggerare dopo un assurdo disimpegno col tacco a dieci centimetri dalla linea.
ilnapolista © riproduzione riservata