Pioli: «Temo l’imprevedibilità di Ancelotti»

«Sarà una partita differente rispetto allo scorso anno. Hamsk? Hanno giocatori forti anche senza di lui. Valuterò se schierare un attacco pesante»

Pioli: «Temo l’imprevedibilità di Ancelotti»

Dimenticare lo scorso anno

«Sicuramente non abbiamo rivisto la partita dell’anno scorso. Con Ancelotti è un Napoli molto imprevedibile, varia molto. E’ un bene che sia tornato ad allenare nel campionato italiano. La partita dell’anno scorso fu particolare perché a noi riuscì tutto, invece a loro no». Stefano Pioli sa che non sarà facile ripetersi domani così come accadde l’anno scorso quando il Napoli si perse in albergo e sul campo terminò con una mezza caporetto. «Il Napoli – continua – vorrà cercare di prendere tre punti. Sappiamo dell’importanza della gara e anche noi vogliamo vincere. Sarà molto motivato. Temo l’imprevedibilità e la qualità del Napoli».

Hamsik? Non c’è solo lui

«Da lontano è difficile dare giudizi. Parliamo di un ottimo giocatore che ha dato tanto al Napoli ma gli azzurri, per nostra sfortuna, hanno tanti giocatori importanti a centrocampo, come Allan, Fabian Ruiz, uno dei migliori arrivati in Italia quest’anno, e Diawara« ».

Obiettivo 60 punti

Fiorentina conscia dei propri mezzi: «Affrontiamo un grande avversario. Dobbiamo giocare da Fiorentina e confidare nelle nostre qualità. Siamo ancora molto distanti dalle partite dentro o fuori. Vincere contro una grande squadra al Franchi prima o poi andrà fatto. L’obiettivo è superare i sessanta punti. L’anno scorso avevamo tre punti in meno in classifica e sette punti di distacco dalla Samp e poi siamo arrivati davanti. Bisogna avvicinarsi a 60 punti. Dobbiamo concentrarsi sulle nostre forze per vincere la gara».

L’attacco pesante

«Il tridente pesante ci può stare ma le valutazioni le farò domattina quando capirò chi ci sarà nel reparto arretrato. Non pensiamo alla gara dell’anno scorso, l’importante è che stia bene. Sono un po’ preoccupato dall’emergenza difensiva, Hugo e Laurini sarebbero importanti. Ripeto però che deciderò solo domattina»

 

ilnapolista © riproduzione riservata