Il Napoli senza Hamsik ripartirà da Fabian (e da Verdi)

FOOTBALL MANAGER ADDICTED / In mediana ci sono quattro uomini per due posti. Si libera una casella a sinistra e ci sarà più spazio per l’ex Bologna

Il Napoli senza Hamsik ripartirà da Fabian (e da Verdi)

Restano quattro uomini in mediana

Il momento, da un punto di vista emotivo, è di quelli complicati. Il perché, ne siamo certi, non bisogna neanche spiegarlo. Detto questo, abbiamo provato a immaginare come cambierebbe il Napoli, vista l’ormai più che probabile partenza di Marek Hamsik per la Cina. Questo, infatti, rappresenta l’argomento di oggi e, forse, anche di domani. Argomento che proveremo a trattare con una serie di articoli, accompagnati da “foto tattiche”.

La prima cosa saltata all’occhio è che, con le cessioni di Rog (già andato in prestito al Siviglia) e Hamsik (se fosse confermata), il Napoli resterebbe con quattro giocatori indicati a ricoprire il ruolo di centrocampista centrale: Allan, Diawara, Zielinski e Fabiàn Ruiz.

Mica pochi, direte voi. Vero, soprattutto se il Napoli dovesse continuare sino a fine stagione con l’attuale 4-4-2, per la cui attuazione (ogni week end e ogni giovedì) sarebbero necessari almeno quattro giocatori a disposizione per quel ruolo. Questo, ovviamente, ritenendo corretto il pensiero di avere “due squadre”, possibilmente complete e omogenee, a disposizione. 

Il ruolo centrale dello spagnolo

Ecco perché il Napoli, con l’eventuale partenza di Hamsik, potrebbe essere diverso dal Napoli senza Hamsik che siamo abituati a vedere oggi. Al momento, l’assenza dello slovacco ha portato Ancelotti a sostituirlo con Zielinski o Fabiàn Ruiz al centro del centrocampo, affiancati da Allan o Diawara (certamente più adatti alla copertura). Il polacco e lo spagnolo, spesso, si sono scambiati la posizione con uno che andava a giocare sull’out mancino e l’altro che ricopriva la posizione di interno sinistro nel 4-4-2. Posizione che, nel Napoli attuale, è ricoperta da quello che definiremmo un “regista avanzato” (Ruiz, Hamsik o Zielinski).

Ma veniamo al punto cruciale del discorso: la posizione di Fabiàn Ruiz, in campo e nel progetto del club. La partenza di Hamsik potrebbe coincidere con la definitiva consegna delle chiavi del centrocampo allo spagnolo. L’ex Betis diventerebbe la principale fonte di gioco del Napoli e sarebbe ulteriormente responsabilizzato.

Inoltre ci sono alcuni giocatori che potrebbero guadagnare spazio. La “centralità” di Fabian Ruiz sarebbe, come dicevamo, “doppia”: nel progetto del club, ma soprattutto in campo. La presenza di soli quattro centrali e il doppio impegno settimanale (che si spera duri a lungo), potrebbero infatti portare Ancelotti ad alternare nel ruolo di centrali di centrocampo due coppie: Allan-Fabiàn e Diawara-Zielinski.

La casella sull’esterno

Ecco che, allora, con l’ “investitura” a centrali di centrocampo di Fabian e Zielinski, d’ora in poi, si potrebbe creare maggiore spazio sugli esterni dove il Napoli è invece piuttosto “lungo”. La lista di giocatori a disposizione di Ancelotti, che possano giocare larghi in un 4-4-2, è infatti di tutto rispetto: Callejon, Verdi, Younes, Ounas, Insigne, Mertens. Gli ultimi due, magari, non sono proprio adattissimi a quel ruolo. Ma considerando che spesso quel 4-4-2 può diventare 4-2-4, la soluzione che prevede il folletto di Frattamaggiore o il belga  larghi a sinistra, non è da escludere. Magari a partita in corso, o quando come coppia di terzini viene preferita quella Hysai-Mario Rui (più tatticamente accorta dell’accoppiata “d’assalto” Malcuit-Ghoulam).

Chi potrebbe beneficiare in particolare della partenza di Hamsik? Simone Verdi. Il talentuosissimo jolly offensivo, arrivato da Bologna per oltre 25 milioni di euro, potrebbe finalmente trovare più spazio tra i titolari. L’assegnazione della casella “centrale di centrocampo” a Ruiz e Zielinski lascia un “buco”, lì a sinistra.

Siamo pronti a scommettere che il ragazzo non si lascerà sfuggire l’occasione di “tapparlo”. Quello che un tempo era un guaglione di belle speranze, oggi, “s’è fatto omm”. È ora che dei suoi piedi, delle sue idee e della sua personalità… inizi a beneficiarne anche il Napoli.

ilnapolista © riproduzione riservata