Mulish lo sponsor napoletano con cui il Chievo non perde mai

Daniele Gervasio è il proprietario del brand di Grumo Nevano. Porta un corno sulle asole degli abiti. Lo regalarono a Higuain l’anno dei 36 gol. E Lunedì c’è Juve-Chievo

Mulish lo sponsor napoletano con cui il Chievo non perde mai

Brand napoletano

Crederci per tre motivi: 1) perché da quando hanno firmato l’accordo, non hanno mai perso; 2) perché sono tifosi del Napoli al 100%; 3) perché sono partner commerciali della società di De Laurentiis. Chievo-Juventus si gioca lunedì 21 gennaio e Daniele Gervasio, numero uno di Mulish, brand napoletano della moda, di Grumo Nevano, la guarderà con un’attenzione particolare e un cornetto in mano.

L’attenzione è quella di chi ha firmato l’accordo per mettere il nome Mulish sulle maglie della società clivensi alla vigilia di Chievo-Napoli. E quando il Chievo gioca col marchio Mulish, non perde mai. Ne sa qualcosa perfino il Napoli di Ancelotti che fu costretto sullo 0-0 dai veneti. Nemmeno la Lazio è riuscito a batterli. Il cornetto perché il vezzo del brand nato nel 1997 e diventato in pochi anni un must della moda italiana (producono giacche e abiti), è inserito nell’asola delle giacche come portafortuna per chi le indossa.

Il cornetto portafortuna

«In effetti ci sono alcune coincidenze. L’abbiamo regalato a Higuain nella stagione dei 36 gol. Era a secco Poi gli abbiamo donato il portafortuna e si è sbloccato». Ed ora sono pronti i cornetti per Verona: «Non voglio retrocedere con il marchio Mulish sulle maglie  – racconta Gervasio – e la sfida con il Chievo è molto ambiziosa». Il 18 gennaio sarà discusso anche il reclamo per restituire ai clivensi i tre punti di penalizzazione tolti ad inizio torneo per le plusvalenze indebite. «Dopo il 18 faremo un punto per continuare la nostra strategia».

Macché razzismo

Intanto continua il ruolo di portafortuna di Mulish per la società di Verona. Ma come, niente razzismo? «Guardi che chi lavora bene, lavora bene in tutto il mondo. Che si tratti di un’azienda settentrionale o meridionale. La proposta di abbinarci al Chievo è stata fatta da alcuni clienti di Verona che mi hanno fatto conoscere la società di Campedelli. Una società molto seria anche se la vicenda della penalizzazione ha scosso tutti, ovviamente». Jorginho li ha scelti per il suo matrimonio. Dirigenti e giocatori vestono Mulish brand contemporaneo, nato dalla passione e dalla cultura sartoriale italiana che rappresenta una eccellenza napoletana. E i cornetti? «Sa come si dice? Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male». E allora «ne faremo partire tanti per Verona. Fermare la Juve lunedì sarà un colpo triplo».

ilnapolista © riproduzione riservata