Simeone e Milik, gol decisivi per i top di giornata

Oltre agli attaccanti di Fiorentina e Napoli, anche Mandzukic tra i migliori. Bocciati Olsen, Zaza e Higuain, a secco di gol anche a Bologna.

Simeone e Milik, gol decisivi per i top di giornata

Top

Simeone (Fiorentina) – Dopo tante difficoltà, finalmente un pomeriggio di serenità per il centravanti della viola. Offre un delizioso assist per Mirallas e realizza il gol della rimonta. Trasforma i fischi in applausi. Potrebbe essere l’uomo in più della Fiorentina che sogna un ritorno in Europa.

Milik (Napoli) – Cresce alla distanza dopo un primo tempo abulico. Sfiora il gol con un plastico colpo di testa, poi realizza, su calcio di punizione, una rete di rara bellezza. È l’uomo della provvidenza in casa Napoli.

Mandzukic (Juventus) – È l’uomo ovunque della Juventus. Corre per tre, si procura il penalty decisivo grazie ad uno sciagurato retropassaggio di Zaza. Segnerebbe pure un bel gol, annullato per fuorigioco di Ronaldo.

Flop

Olsen (Roma) – Lontano parente del portiere ammirato agli ultimi mondiali. Il primo gol del Genoa è figlio di una papera clamorosa, lo svedese è poco reattivo su un tiro non irresistibile. Combina un orrore simile ad inizio ripresa su Lazovic, ma è graziato dal Var.

Zaza (Torino) – Partita giocata con sufficienza fino al momento del rigore per la Juventus. Il penalty nasce da un retropassaggio impreciso e sciagurato, indegno per un giocatore che ha militato anche nella nazionale Italiana. Con quel tocco, il centravanti lucano ha condannato il Torino ad una sconfitta immeritata.

Higuain (Milan) – Tanto fumo niente arrosto. Chiuso nella morsa dei centrali del Bologna, non riesce mai a farsi vedere in fase offensiva.

ilnapolista © riproduzione riservata