De Laurentiis: «Il Psg trasforma in bianco un bilancio in rosso. Cavani? Napoli non è il Qatar»

Intervista a Le Parisien: «Per me il calcio non è un modo per fare altri investimenti, come invece per il Qatar. La cifra di Neymar ha rotto gli equilibri del mercato»

De Laurentiis: «Il Psg trasforma in bianco un bilancio in rosso. Cavani? Napoli non è il Qatar»

I trucchi contabili

Aurelio De Laurentiis ha rilasciato un’intervista a Le Parisien. Ha toccato vari temi, non si è risparmiato attacchi al club parigino.

«Il Psg è un club che non ha problemi economici. Se ha un bilancio in rosso, lo fa diventare bianco. Come i prestigiatori. Per me il calcio non è un modo per fare altri investimenti, come invece per il Qatar”.

Il giornalista gli ricorda le sue accuse al Psg di non rispettare il fair play finanziario.

«Per i russi, i qatarioti, gli arabi e forse in futuro anche i cinesi, è molto facile nascondere i finanziamenti. Il Qatar sponsorizza il Psg via Qatar Airways con 100 milioni di euro sulla maglia, e nessuno dice nulla. In Italia sa quante sono le squadre che non dovrebbero giocare perché sono piene di debiti? Almeno quattro».

«Non ce l’ho con i dirigenti del Psg, è un problema politico. Il Psg potrebbe chiamarsi Psg Qatar. Poi conosco Jean-Claude Blanc, è una persona molto corretta, molto professionale. Nasser Al-Khelaïfi, è una grande persona».

Neymar

Il giornalista ricorda a De Laurentiis che definì il prezzo di Neymar patetico e volgare. «Non solo è volgare, ma rompe il mercato. Allora Koulibaly, che è il miglior difensore in Europa, lo valuteremo tra 150 e 200 milioni. Ma non è in vendita. Il punto è che bisogna creare un equilibrio, altrimenti avrai sempre una squadra a 30 punti e gli altri 10 punti dietro».

Non si sbilancia su Psg-Stella Rossa. «Ho sentito dire che i serbi avevano scommesso 5 milioni di euro sulla sconfitta con un certo numero di goal. Se ci sono queste ipotesi, forse c’è qualcosa di reale».

Cavani

«Per Cavani le porte sono sempre aperte, ma io non sono del Qatar. Se non vuole giocare per il Psg e riduce il suo stipendio, troveremo un accordo con il club francese».

Areola

«Il Napoli ha provato ad acquistare Areola. Ma Mino Raiola aveva altre idee per lui. Sono molto contento dei nostri tre portieri. Non ho mai avuto tre portieri del livello di Meret, Ospina e Karnezis. Hanno talento e personalità”.

Mbappé 

«È difficile giudicare Mbappé. Il campionato francese è molto debole. Non è facile giudicare i risultati di un giocatore e di un club che giocano in Ligue 1. Se il Napoli giocasse in Francia, potrebbe vincere anche il campionato. Sono sicuro che sarebbe molto competitivo. C’è solo il Psg e dietro di lui, il diluvio, nessuno».

ilnapolista © riproduzione riservata