Amatori Napoli Rugby festeggia il ventennale, domani al via una stagione ricca di novità

Un evento per celebrare la storia e il futuro di un progetto in crescita, il rugby maschile e femminile hanno una nuova casa d’élite a Napoli.

Amatori Napoli Rugby festeggia il ventennale, domani al via una stagione ricca di novità
Foto di Manuel Schembri

Una nuova casa

Tanti motivi per festeggiare in casa Amatori Napoli Rugby. 20 anni di attività con vista Universiadi 2019; una struttura gioiello, il Villaggio del Rugby, un’area riqualificata con capitali interamente privati, aperta alla cittadinanza e sempre fruibile, frequentata da 450 atleti, 12 squadre, dirigenti e famiglie. Inoltre, è stata presentata la squadra che milita nel campionato nazionale di serie B, al via domani (14 ottobre) contro il Messina, inizio alle ore 15.30.

«Dopo essere stati dei nomadi nel territorio abbiamo finalmente questa meravigliosa struttura, un impianto d’elite. Siamo cresciuti in tutti i settori, dalle giovanili alla seniores. La nostra è un’oasi felice, frutto di passione e impegno, utile anche allo sport nazionale, che coinvolge e aggrega moltissimi ragazzini, giovani e genitori». Queste le dichiarazioni di Diego D’Orazio, presidente dell’Amatori Napoli Rugby, alla vigilia del debutto casalingo.

Le novità

«Sarà una stagione ricca di emozioni. I ragazzi si sono allenati tanto, e molto duramente. Il nuovo innesto, l’argentino Franco Salice, rappresenta un punto di forza e mi auguro ci dia quel quid pluris, per far sì che il nostro sogno nel cassetto diventi realtà». Sono le parole del direttore tecnico Lorenzo Fusco. Un nome, una garanzia: «Napoli deve ritornare ai massimi livelli, tra i top club della palla ovale italiana. Noi ce la metteremo tutta. Ci vuole, però, un pizzico di fortuna».

Nuova maglia verdeblù per capitan Alessandro Quarto e compagni. «Siamo carichi – spiega Quarto -. La preparazione è iniziata il 27 agosto. Speriamo sia l’anno buono per il salto di categoria. Lo dobbiamo in primis a noi, poi alla società e ai tifosi che ci seguono e ci sostengono con calore e affetto. Intendiamo subito partire con il piede giusto tra le mura amiche».

Il rugby in rosa

Il rugby non è solo maschile, però. Manfredo Borsa, direttore tecnico delle squadre femminili, ha celebrato il successo dei progetti in rosa: «Siamo l’unico team in Campania ad avere tutta la filiera completa: seniores, under 18, under 16 e under 14. Il nostro obiettivo era aumentare la partecipazione e implementare i risultati sportivi. Nell’ultimo biennio abbiamo conquistato le finali nazionali e lavoreremo in tale direzione nella stagione 2018/2019». Domani alle ore 12 primo turno per la formazione delle Seven.

«Siamo entusiaste di iniziare la Coppa Italia. Puntiamo sulla costanza negli allenamenti e ci contraddistingue l’aggressività e la testardaggine nell’andare avanti. Forza Scugnizze sempre». Queste le parole del capitano Cristina Morra. La napoletanità è un tratto distintivo: l’evento Oktober Rugby Fest è ampiamente riuscito, oltre un migliaio di partecipanti e almeno mille pizze Rossopomodoro sfornate; Club House affollata di curiosi e appassionati, in una serata all’insegna del divertimento.

ilnapolista © riproduzione riservata