Sconcerti: «Ancelotti ci sta facendo riscoprire la semplicità del calcio»

Sul Corriere della Sera: «L’ultima novità è Callejon mediano, ma la più importante riguarda Insigne. Se avesse segnato così lo scorso anno, sarebbe stato scudetto»

Sconcerti: «Ancelotti ci sta facendo riscoprire la semplicità del calcio»

Mario Sconcerti inserisce il Napoli tra le tre novità di questo campionato. Le altre sono la Juve che ha già dieci punti in più del Milan (con una partita in meno) e la crisi della Roma.

Scrive: “Il nuovo ordine di Ancelotti è qualcosa di semplice che ci eravamo scordati, il calcio come antico costume senile, artigianato, un gioco bello perché solito, ma creativo”.

Ricordiamo che anche Sconcerti, come tutti, aveva pronosticato il Napoli fuori dalle prime quattro a fine campionato.

Prosegue: “Le altre sono tutte in difficoltà tranne il Napoli che Ancelotti sta reinventando. Sono tante ormai le novità, l’ultima è quella di Callejon mediano, con Mertens e due trequartisti come Insigne e Verdi. Ma quella vera è lo spazio nuovo regalato a Insigne, messo a correre in orizzontale davanti alla difesa avversaria. Tocca il doppio dei palloni e crea il doppio di avventura. Il risultato è che segna quattro volte più di un anno fa, 4 gol contro 1. In via elementare il segreto del Napoli è quasi
solo nei suoi gol. Deve pareggiare i gol di Dybala nella Juve. Li avesse segnati un anno fa, il Napoli avrebbe vinto il campionato. Ora siamo su quella strada ed è un’idea tattica profondamente diversa”.

ilnapolista © riproduzione riservata