Gazzetta: «Napoli, oggi il pre-esame a Torino: sei ancora l’anti-Juve?»

Per la rosea, il Napoli è «ondivago in trasferta», ma oggi può dare dimostrazione del suo valore in un lunch match complicato.

Gazzetta: «Napoli, oggi il pre-esame a Torino: sei ancora l’anti-Juve?»

L’editoriale in rosa

Ieri sera, l’anti-Juventus designata della Gazzetta (l’Inter) ha vinto una partita importante a Genova, contro la Sampdoria. Nel recuepro del secondo tempo, con Brozovic, tre punti che pesano. La classifica, però, dice che la squadra più vicina ai bianconeri è il Napoli di Ancelotti, quindi in palio c’è ancora la possibilità di essere considerati l’alternativa alla capolista (nonostante le griglie di inizio anno dessero gli azzurri quinti).

E allora la rosea scrive un piccolo editoriale in cui parla di pre-esame per la squadra oggi di scena a Torino. Firma di Andrea Elefante, leggiamo: «Alla quinta di campionato sarebbe prestino per parlare di prova finale. Diciamo che però oggi è uno di quei “colloqui” che però orientano il percorso di studi, danno un voto di ingresso che comunque peserà. Oggi all’ora di pranzo al Napoli verrà fatta una domanda molto semplice: possiamo continuare a definirti, con tutto il rispetto per il Sassuolo e la Fiorentina, la vera anti-Juve?». Sì, perché nel frattempo anche viola e neroverdi hanno cominciato benissimo il campionato. Meglio di Roma, Inter, Milan.

Il giudizio sulla squadra di Ancelotti: «Il vero tema del giorno riguarda il duello con una rivale come la Juventus. Significa dover ridurre
al minimo i passi falsi, tenere sempre la scia. Non fare differenze fra San Paolo e viaggi più o meno faticosi. E Ancelotti lo sa: in trasferta
fino ad oggi è stato un Napoli ondivago, come minimo. In confusione per un tempo con la Lazio prima di riaversi, schiaffeggiato dalla Sampdoria, inutilmente dominante a Belgrado. A Torino troverà un mondo in evoluzione e anche ebollizione: pure la squadra granata e la sua gente respirano l’odore della partita che può spostare equilibri e consapevolezze».

ilnapolista © riproduzione riservata