Mi sto innamorando di Fabian Ruiz

La cronaca del tifoso di Napoli-Parma. Ormai ingarrare la formazione  è come pigliare un terno al lotto. E mo, andiamo e scassammo tutte cose.

Mi sto innamorando di Fabian Ruiz

Qua stanno tutti a parlare della partita di Sabato e degli abbonamenti Champions’ e, come al solito pare quasi che ci siamo dimenticati la partita di stasera che non è per niente facile come può sembrare. Questi hanno fatto più punti della Roma, del Milan e dell’Atalanta e hanno pure battuto l’Inter. Per fortuna ci sta Lorenzo a richiamare l’attenzione. Ha detto “se non vinciamo stasera è inutile che andiamo a Torino”. ‘Stu guaglione sta diventando sempre più capitano.

Ormai ingarrare la formazione  è come pigliare un terno al lotto

Minuto 0’ –           Si torna al quattro tre tre ed esordisce pure Malcuit.

Minuto 1’ –           Pietruzzo subito ci prova. L’idea era buona, l’esecuzione una chiavica.

Minuto 3’ –           Dopo il rigore dato ieri all’Inter qua ce ne dovevano dare almeno un paio. Forse il monitor del VAR arriva a Luglio insieme ai sediolini dell’assessore Borriello.

Minuto 4’ –           Eccolo qua il nuovo capitano! Da quando si è spostato, non deve più provare il tiraggiro e segna sempre lui! Cinque gol in sei partite per Lorenzo. Carletto ti ha rigenerato! E la palla parte dai piedi di Fabian Ruiz che stasera gioca esterno. Vi’ che male ‘e capa ‘sti formazioni.

Minuto 8’ –           Come si trovano bellilli Ruiz e Malcuit. Pare che giocano insieme da tre anni.

Mi sto innamorando di Fabian Ruiz

Minuto 14’ –        Penso sia una cosa seria, non mi pare possa essere una storia passeggera.

Minuto 19’ –         Fabian se metti dentro ‘sta palla scatta immediatamente la proposta di matrimonio.

Minuto 21’ –        Pietruzzo ma che haje cumbinato? Questo veramente era più difficile sbagliarlo che ingarrarlo. Hai ragione che siamo già avanti altrimenti sai che bestemmie ti pigliavi.

Minuto 24’ –        Come disse il mio amico Umberto, a Allan, se gli diamo la cardarella e la cazzuola in mano ci risolve il problema dello stadio in 48 ore. Altro che sediolini a luglio.

Minuto 27’ –        Lore’ ma lo vedi che ‘o tiraggiro nun jesce? Lassa sta’, e jammo bello.

Minuto 32’ –        Si nun pigliammo almeno ‘nu palo a partita non ci riusciamo a divertire. Mannaggia quella fetentissima. Allan s’era arrubbato n’atu pallone troppo bello, porca zozza.

Minuto 34’ –        Madonna benedetta che cagliosa di Armadius! Gli ha spaccato i denti a ‘o figlio d’o Cardinale.

Non siamo più abituati ai cross che passano

Minuto 37’ –        Malcuit, in mezz’ora, ha messo in area più palloni di Hysaj nello scorso campionato ma non ci sta nessuno abituato a riceverli.

Minuto 42’ –        Barillà, stasera quando s’arritira a casa, prima di aprire la porta si guarderà le spalle per controllare se non ci sta Allan ca trase a se fottere coccosa.

Minuto 45’ –        Un primo tempo magistrale e, quest’anno, finalmente, non mi fanno manco venire la paura di stare solo con un gol di vantaggio.

Minuto 47’ –        Pronti via e Maksimurovic subito dimostra che non si passa.

Minuto 48’ –        Mammma mia bella! Dopo settordicimila tiri fuori ci pensa Armadius a scamazzarla alle spalle di Sepe. Cavalcata e siringa perfette! E adesso addormentiamola e riposiamoci per Sabato.

Minuto 51’ –        Malcuit ‘e sta scemunenno e se Zielinski continua a menarla alle stelle, alla prossima, fa tutto da solo e la butta pure dentro.

Minuto 56’ –        Malcuit recupera palla e fa ripartire il gioco più veloce di quanto il fesso nella macchina dietro ci mette a suonare il clacson quando scatta il verde.

Minuto 60’ –        Apprezzabilissima la generosità di Mario Rui che per far giocare pure il Parma la tocca prima che vada in fallo laterale.

Minuto 66’ –        Zieli’ stasera nun è cosa, nun fa niente, ti perdoniamo. Però nun ‘o ffa’ cchiù.

La stiamo addormentando veramente

Minuto 72’ –        La stiamo gestendo senza patemi. Sono commosso, me vene ‘a chiagnere.

Minuto 77’ –        Riecco Simone. Guagliu’ continua come sei partito che già ti vogliamo bene.

Minuto 82’ –        Provo un bisogno fisico di abbracciare Fabian Ruiz. ‘Stu guaglione sta mettendo in crisi la mia identità di genere.

Minuto 85’ –        Simone nun fa’ ‘o geluso, come amo Fabian amo pure te. Sei entrato e subito mi hai fatto godere pure tu. E Arek ha fatto il resto chiudendo la doppietta in mezzo a ‘na folla che manco stamattina fuori alle ricevitorie per farsi l’abbonamento alla Champions’. Io, veramente,  meglio di così non me lo riesco ad immaginare.

Minuto 93’ –        Vinta in scioltezza totale, senza affanni, senza dover spingere a mille fino all’ultimo, gestendola serenamente, senza distrazioni e facendo giocare pure i magazzinieri. Se può essere ancora meglio di così lo sapremo tra poco, mancano tre giorni. Andiamo a Torino con la consapevolezza di giocarcela quasi alla pari. E mo, andiamo e scassammo tutte cose.

#forzanapolisempre

 

ilnapolista © riproduzione riservata